F1 test Barcellona, Sebastian Vettel: “Oggi ho fatto più di 2 Gran Premi”

Sebastian Vettel (Getty Images)
Sebastian Vettel (Getty Images)

 

Il Day 2 dei test della F1 a Barcellona ha visto Sebastian Vettel e la Ferrari percorrere una distanza superiore a quella di due gran premi, e senza particolari problemi di affidabilità: entrambi sono dunque soddisfatti dell’esito della prova, nonostante lo straordinario crono messo a segno da Nico Rosberg abbia spiazzato un po’ tutti…

Il quattro volte campione del mondo ha realizzato con gomma soft un ottimo tempo – 1:25.339 – migliorando di un secondo quello conseguito ieri da Kimi Raikkonen, ma la Casa di Maranello darà sicuramente il meglio di sé a partire da domani, con le prime simulazioni di qualifica e gara.

 

Il sogno della vittoria

Le dichiarazioni di fine giornata, riportate sul sito ufficiale del team, sono decisamente improntate all’ottimismo: “Ho fatto più di due Gran Premi oggi, ma non so se ne ho vinto uno, dipende da quello che hanno fatto gli altri!”, esordisce Vettel. “Scherzi a parte, è bello riuscire a girare tanto all’ultimo test. Oggi non abbiamo avuto problemi, c’è sempre tanto lavoro da fare per tutta la squadra, ma fino ad ora mi sono sentito molto bene. Se potessi vorrei essere ancora più veloce, ma è difficile giudicare la nostra prestazione perché penso che alcuni abbiano girato in configurazione più ‘da qualifica’ e altri no”.

“Non ho guidato la Ferrari dell’anno scorso – aggiunge – , ma mi sembra che sia stato fatto un grosso passo avanti. Il che non significa che siamo soddisfatti, perché è chiaro che per vincere bisogna battere la Mercedes. Dietro di loro sarà interessante capire chi ci sia, giudicando dai tempi visti finora questo non è molto chiaro”.

Anche il direttore tecnico James Allison non nasconde la propria soddisfazione: “Oggi è stata una giornata decisamente migliore, con un’affidabilità quasi perfetta, il che è molto più incoraggiante visto che ci stiamo avvicinando a Melbourne – dichiara sempre sul sito della Ferrari – . Abbiamo anche svolto una grande quantità di lavoro sull’assetto, restando molto prudenti quanto a prestazione pura, ma trovando direzioni giuste per l’inizio della stagione”. Ora non resta che raccogliere i frutti…