MotoGP, Luigi Dall’Igna: “La Ducati GP15 gira meglio del modello precedente”

Luigi Dall'Igna
Luigi Dall’Igna (getty images)

Terminati i tre giorni di Test Sepang2 il Ducati Team può tornare in Italia per studiare i dati raccolti e cercare di migliorare ulteriormente la nuova Desmosedici GP15 che dopo una lunga attesa ha fatto il suo debutto su pista.

Dopo la presentazione in anteprima mondiale del 16 febbraio la nuova moto progettata da Luigi Dall’Igna non ha deluso le aspettative e Andrea Iannone si è subito trovato in perfetta sintonia, piazzandosi al quarto posto nella classifica combinata dei tempi, mentre Andrea Dovizioso si ferma in nona posizione.

Andrea Iannone ha marcato questi tre giorni di Test Sepang2 con il tempo di 1’59″722 siglato con la gomma morbida e quasi ripetuto con la gomma dura, mentre Andrea Dovizioso pur ammettendo di poter contare su una moto migliore ha riscontrato piccoli problemi in frenata e con l’avantreno. Di certo la Ducati GP15 ha regalato le prime soddisfazioni pur essendo ancora una moto da affinare e che nasconde ampi margini di miglioramento.

“Anche io sono piuttosto soddisfatto e mi sembra che le cose stiano procedendo bene – ha detto il Direttore Generale di Ducati Corse Luigi Dall’Igna -: abbiamo girato per tre giorni senza grossi problemi di affidabilità e questo è sicuramente importante per una moto completamente nuova. La GP15 “gira” meglio rispetto al modello precedente e questo era l’obiettivo principale che ci eravamo prefissati. Abbiamo però riscontrato anche qualche criticità, soprattutto per quanto riguarda la frenata ed abbiamo qualche altro problema che va sicuramente curato – ha sottolineato l’ingegnere veneto in una nota ufficiale -. Sono però contento del feeling che ha già raggiunto Iannone, sia per quanto riguarda i suoi commenti, che per il passo che ha dimostrato su questa pista, mentre Dovizioso ha invece avuto qualche problema in più per quanto riguarda la parte finale della frenata, che ovviamente va affrontato e risolto. In generale sono però contento – ha concluso Luigi Dall’Igna , perché abbiamo sicuramente iniziato il lavoro sulla GP15 in modo positivo”.