MotoGP Test Sepang, Andrea Iannone: “La Ducati GP15 è cresciuta in poco tempo”

Andrea Iannone
Andrea Iannone (getty images)

L’esordio della nuova Ducati Desosedici GP15 si è concluso in modo soddisfacente dopo la tre giorni di Test Sepang2. La nuova moto del Ducati Team si è dimostrata sin da subito veloce, maneggevole e affidabile, consentendo ad Andrea Iannone di chiudere ai vertici della classifica dei tempi.

Il pilota abruzzese è stato tra i pochi a riuscire a battere il muro dei 2’00 sul tracciato malesiano e nel day 3 ha fermato il cronometro 1’59″722, piazzandosi al quarto posto e portando a termine ben 147 giri.

“Sicuramente sono stati tre giorni positivi, perché siamo arrivati qui in Malesia con una moto completamente nuova, senza averla mai provata prima, e siamo riusciti a girare piuttosto veloci e senza problemi di affidabilità – ha spiegato Andrea Iannone in un comunicato sul sito ufficiale Ducati -. La GP15 è scesa per la prima volta in pista lunedì scorso, e quindi sono contento di come è cresciuta e migliorata in così poco tempo. Oggi ci siamo concentrati a provare diversi tipi di setting sulla moto, cercando di migliorare il mio feeling ma soprattutto il grip e l’inserimento in curva. C’è ancora tanto lavoro da fare – ha concluso il driver di Vasto -, ma sono davvero contento di questo primo contatto con la nuova moto”.

 

Andrea Dovizioso ha chiuso la tre giorni di test al nono posto nella classifica combinata dei tempi, ma ha ammesso di dover migliorare qualcosa soprattutto in frenata e nel feeling con l’avantreno: “La nuova moto è molto diversa da quella precedente, e quindi dobbiamo provare dei setup un po’ estremi per capirla meglio, per esempio nell’ultima parte della frenata e in centro curva – ha dichiarato il pilota forlivese -. Ma è tutto normale, quando si cambia così tanto una moto ci sono sempre dei pregi e dei difetti. Sono convinto che abbiamo parecchio margine di miglioramento, ma ci vuole ancora del tempo e nei prossimi giorni i nostri ingegneri avranno molti dati da analizzare prima di andare in Qatar per i test di metà marzo”.