Formula1, incidente Fernando Alonso: la Fia apre un’inchiesta

Fernando Alonso
Fernando Alonso (getty images)

Dopo tre notti trascorse al General Hospital de Catalunya di Barcellona Fernando Alonso è tornato nella sua casa di Oviedo per recuperare al meglio la condizione fisica ottimale dopo il brutto incidente rimediato nell’ultima giornata di test ufficiali F1 al Montmelò. Il pilota della McLaren-Honda salterà la prossima sessione di test in programma da domani (sarà sostituito dal terzo pilota Kevin Magnussen) in quanto accuserebbe ancora mal di testa e dolori al collo.

Fernando Alonso dovrebbe rientrare in pista in occasione del primo Gran Premio a Melbourne il prossimo 15 marzo, ma sulle dinamiche e le possibili cause dell’incidente si fa ancora un gran parlare e sono in molti a non concordare con il comunicato ufficiale del team di Woking. Nel frattempo la Fia ha reso noto che è stata avviata un’indagine scrupolosa per appurare le cause dell’accaduto in collaborazione con la McLaren.

Secondo indiscrezioni saranno visionate le immagini riprese dalle telecamere a circuito chiuso dell’autodromo di Montmelò al fine di comprendere la dinamica dell’incidente alla curva 3. Dalle prime immagini risulterebbe che la monoposto di Fernando Alonso sia andata larga in curva, per poi tentare di correggere la traiettoria, rallentare e infine sbattere contro il muretto.

L’ex pilota di Formula 1 Ivan Capelli, attualmente presidente dell’Automobile Club Miano, in un’intervista a ‘La Gazzetta dello Sport’, ha commentato: “Qualcosa di strano è accaduto, ma in Formula 1 spesso c’è omertà, bisogna dare una risposta a quello che è accaduto, anche per far stare più tranquilli gli altri piloti prima dell’inizio della prossima stagione di F1”.

 

Nel video sottostante possiamo vedere l’ex ferrarista mentre lascia l’ospedale catalano prima di trasferirsi nella sua Oviedo.