MotoGP Test Sepang2, Jorge Lorenzo: “Il mio passo intorno al 2’00”

Jorge Lorenzo a Sepang
Jorge Lorenzo a Sepang (getty images)

Jorge Lorenzo dopo il mal di fuso orario patito nel day 1 è ritornato alla riscossa nella seconda giornata di Test Sepang2, dove ha conquistato il secondo crono di giornata con il suo miglior giro di 1’59″902, a meno di un decimo di secondo dal leader della Honda Marc Marquez.

Il pilota maiorchino della Movistar Yamaha ha potuto contare anche su una giornata di sole e su pista asciutta, al contrario di ieri, oltre ad aver riposato meglio e più a lungo, dato che la sera precedente aveva dormito meno di quattro ore.

 

Simulazione di gara nel day 3 dei test Sepang2

Jorge Lorenzo sembra aver assimilato alla grande il nuovo cambio seamless anche in scalata e nella giornata di domani potrebbe confermare le ottime sensazioni di oggi in occasione della simulazione di gara.

“Oggi è andata meglio. Sono riuscito a dormire per più di otto ore così ho avuto molta più energia rispetto al primo giorno – ha confessato Jorge Lorenzo in una nota ufficiale del team Movistar Yamaha -. Sicuramente questo ha influenzato la mia prestazione. La moto andava anche meglio. Ho avuto una migliore comprensione di come guidare su condizioni di pista scivolosa, così sono stato anche in grado di migliorare la mia guida. Il mio passo, a parte le ultime due ore, è stato quasi tutto il giorno sul tempo 2’00 a giro. Questo è simile alla prova precedente, pur in condizioni peggiori, quindi sono felice”.

 

Il team Director Massimo Meregalli ha descritto la seconda giornata di Test Sepang2 dal punto di vista tecnico e non solo… “Oggi il focus è stato sulle impostazioni sia per Jorge che per Valentino. Abbiamo lavorato su elettronica e meccanica per dare loro la posizione più comoda ed essere in grado di fornire tempi costanti. Jorge ha fatto davvero una buona giornata; aveva la velocità e anche un buon ritmo costante. Questa mattina Vale purtroppo ha avuto alcuni problemi con un buco di stomaco, ma siamo fiduciosi che egli sarà in forma domani. Abbiamo coperto la maggior parte dei nostri requisiti di prova. Domani abbiamo pochi elementi da verificare e, naturalmente, un attacco di tempo e una simulazione di gara. Incrociamo le dita affinchè non ci siano temporali”.