MotoGP test Sepang, Jack Miller: “Abbiamo fatto progressi”

Jack Miller (foto da Lcr.mc)
Jack Miller (foto da Lcr.mc)

 

La seconda giornata di test MotoGP sul circuito di Sepang in Malesia si chiude con un bilancio positivo per i due piloti del team LCR Honda Jack Miller e Cal Crutchlow.

Il primo comincia a raccogliere i frutti del lavoro sulla Honda RC213V-RS con cui quest’anno correrà il campionato mondiale, dopo un Day 1 più travagliato (complice anche la pioggia), e punta ora a prepararsi al meglio alla prima gara della stagione in programma a fine marzo in Qatar.

L’australiano ha fatto registrare il miglior tempo di 2’01.968 al suo 65° e ultimo giro della giornata e domani farà di tutto per migliorare la sua performance. “Finalmente oggi posso dire di essere un po’ più contento – è la sua dichiarazione ufficiale riportata sul sito del team – . Abbiamo fatto progressi e mi sento sempre più a mio agio sulla moto da MotoGP. A fine giornata abbiamo fatto grossi passi in avanti, ma domani dovremo lavorare ancora molto, perché non sono ancora al livello che vorrei. Ciò nonostante, credo che possiamo stare contenti dei risultati raggiunti fin qui”.

 

La soddisfazione di Cal Crutchlow

Anche il compagno di squadra Cal Crutchlow sta cercando di entrare sempre più in sintonia con la Honda RC213V e – a giudicare dall’esito delle prime due giornate di test a Sepang – la strategia adottata è quella vincente.

Crutchlow ha messo a segno il best lap della giornata nel tardo pomeriggio, quando l’umidità a cominciato a dar tregua e le temperature sono scese dal picco di 33°C, fermando il crono del 61° e ultimo giro sul 2’00.333.

“Oggi è andata meglio in termini di crono, e sono molto più contento del nostro passo sulla nuova gomma – dichiara Crutchlow sempre sul sito del team LCR Honda – . Sono convinto che possiamo ancora migliorare molto, ma credo che le condizioni del tracciato oggi non fossero ottimali, anche se sono le stesse per tutti. Credo che abbiamo fatto bene alla luce delle circostanze, migliorando giro dopo giro”.

“Oggi abbiamo una conoscenza molto più approfondita della moto, e sono curioso di sapere come andrà domani l’ultimo giorno di test sugli pneumatici Bridgestone, per trovare un setting migliore in vista della gara in Qatar – aggiunge il pilota britannico – . C’è ancora qualcosa da rivedere nell’ingresso in curva, ma sono abbastanza contento della performance di oggi”.