Test Sepang2, Andrea Dovizioso: “La Ducati GP15 gira meglio in curva”

foto Instagram
foto Instagram

Sul circuito di Sepang si è conclusa la prima delle tre giornate di test collettivi MotoGP, seconda uscita ufficiale dopo le prove di inizio febbraio sul medesimo tracciato. E’ stato un giorno ‘storico’ per la Ducati, scesa in pista con la tanto attesa Desmosedici GP15 disegnata da Luigi Dall’Igna.

Le prime impressioni sembrano buone, anche se tifosi (e non solo) aspettano di far parlare i riferimenti cronologici, al momento ancora timidi. Ma nel day 1 dei Test Sepang2 la pioggia ha ostacolato non poco il lavoro di raccolta dati per piloti e tecnici della casa di Borgo Panigale. Andrea Dovizioso ha chiuso con il 10° piazzamento dopo 17 giri, il migliore dei quali in 2’01”692. Andrea Iannone ha compiuto 26 giri con la GP15, ottenendo un tempo di 2’02”142 ed ha chiuso la giornata in quindicesima posizione.

“Sono davvero molto contento della mie prime sensazioni con la GP15, e per me era la cosa più importante – ha dichiarato Andrea Dovizioso in un comunicato ufficiale -. Speravo soprattutto che la nuova moto entrasse e girasse meglio in curva. Già nel giro di uscita ho sentito che la GP15 era migliorata molto da quel punto di vista e sono soddisfatto perché questo era l’aspetto più importante per me”.

Le due prossime giornate saranno fondamentali per trovare il migliore set-up e adattare la nuova Rossa alle proprie caratteristiche di guida. Quest’oggi a due ore dal termine un forte acquazzone ha costretto i team a chiudersi nei box con largo anticipo: “Con la nuova moto riusciamo a lavorare in modo più efficace su tutte le regolazioni, ma oggi è stato il nostro primo giorno e purtroppo non abbiamo avuto tanto tempo a disposizione, ed è quindi normale – ha concluso il pilota forlivese – che ci sia ancora tanto lavoro da fare per migliorare in diversi aspetti”.

In pista anche Michele Pirro che ha concluso in 23esima piazza dopo 35 giri, il migliore dei quali 2’03″105: “Oggi abbiamo provato diverse soluzioni di elettronica, comprese delle evoluzioni del software. Purtroppo non abbiamo girato moltissimo, ma siamo comunque riusciti anche a fare delle prove di affidabilità che ci serviranno per il futuro”.

Un video pubblicato da Andrea Dovizioso (@andreadovizioso) in data: