Tassista romano denunciato per truffa, aumentava le tariffe con un telecomando (VIDEO)

foto da video
foto da video

Un tassista romano di 37 anni, già noto alle forze dell’ordine, è stato denunciato per truffa dai carabinieri della stazione Roma Prati, in quanto aumentava l’importo della corsa da far versare ai clienti con l’ausilio di un telecomando.

Il tassista, munito di regolare autorizzazione, aveva installato una centralina collegata al tassametro che, tramite gli impulsi di un mini-telecomando, occultabile facilmente tra due dita, poteva aumentare arbitrariamente l’importo della corsa.

A denunciare il misfatto è stato un cliente accortosi del raggiro che ha sporto denuncia contro il tassista. Dopo accurati accertamenti i carabinieri hanno fermato il tassista e scoperto la suddetta manomissione del tassametro e della centralina, rinvenendo anche il telecomando.

A quanto pare l’autista, fermato in piazza Cavour, non avrebbe proferito parola in sua difesa, nè avrebbe spiegato come si è procurato quel dispositivo. Il sindacato del settore prende le distanze e chiede venga fatta chiarezza, come riportato sul sito de ‘Il Tempo’: “Chi non rispetta le regole deve essere isolato e sanzionato senza sconti, perché non è più tollerare che poche mele marce mettano in discussione la credibilità e l’onestà di migliaia di operatori, che con dedizione verso il proprio lavoro offrono un importante servizio pubblico ai cittadini.