F1 Ferrari, Sergio Marchionne: “Nel GP Spagna vedremo cosa siamo capaci di fare”

La Ferrari di Sebastian Vettel a Montmelò
La Ferrari di Sebastian Vettel a Montmelò (getty images)

Nel terzo giorno di Test F1 a Barcellona nei box Ferrari approda il presidente Sergio Marchionne, per guardare da vicino gli sviluppi della nuova monoposto SF15-T e assistere da vicino alla prestazione del neo arrivato Sebastian Vettel.

L’ex driver Red Bull è stato autore di un errore al mattino che ha causato l’arrivo del carro attrezzi per riportare la vettura in ‘garage’ e risistemarla in vista del proseguimento del day 3. Ma fortunatamente il tedesco ha ripreso a correre subito dopo, con la solita voglia di fare e migliorare.

Dopo i primi giorni di test pre-campionato c’è soddisfazione nella Scuderia di Maranello, sebbene il gap dagli avversari sia ancora lontano dall’essere colmato. Ma s’intravedono i primi passi avanti in attesa della prova del nove in occasione dei primi Gran Premi, quando realmente sapremo ‘quanto vale’ la nuova Ferrari da Formula 1.

 

Il presidente della Ferrari chiede tempo per ritornare al top

Intanto Sergio Marchionne sorride, “potevo pure immaginarmi di peggio e invece i risultati sono in linea con quello che ci aspettavamo”, ha ammesso in occasione della visita al Montmelò. La squadra è motivata e al gran lavoro per rialzare la testa e riportare il team sul tetto del mondo quanto prima possibile.
“Stiamo facendo il percorso necessario, aspettiamo la gara del 15 marzo e poi vediamo. Il futuro è tutto da farsi, lo stiamo costruendo un po’ alla volta, con l’umiltà necessaria, non abbiamo niente su cui essere arroganti”, ha dichiarato il presidente della Ferrari ai microfoni di Sky Sport.

Tra gli addetti ai lavori c’è sicuramente maggiore serenità, più distensione nei rapporti interni e nelle relazione esterne, con l’intento di creare maggiore armonia e apertura con i tifosi. Ma per le grandi soddisfazioni ci vorrà ancora un po’ di tempo: “Abbiamo fatto una pianificazione mesi fa e cominciamo a vedere i primi risultati di una squadra che ha obiettivi chiari e i mezzi per raggiungerli. Ma dateci un po’ di tempo, anche in occasione della prima gara sarà difficile stabilire la vera capacità della vettura, bisognerà aspettare il ritorno in Spagna durante la stagione – ha concluso Marchionne – per vedere cosa siamo capaci di fare”.