Moto3, Enea Bastianini: “Il distacco dai primi non mi preoccupa”

Enea Bastianini
foto Facebook

I Test Jerez di Moto3 terminano in maniera soddisfacente per lo Junior Team Gresini che ha migliorato la conoscenza della nuova Honda NSF250RW che utilizzeranno nel Mondiale 2015 ormai alle porte. Dopo l’ultima sessione di test a Jerez di metà marzo si comincerà a fare sul serio nella prima gara in Qatar,

Enea Bastianini ha messo a segno 52 giri chiudendo la classifica combinata dei tre giorni in 12esima posizione con il tempo di 1’46”700. Una classifica parzialmente ‘bugiarda’ dal momento che il pilota riminese classe 1997 non ha montato la gomma morbida.

“Siamo riusciti a compiere una buona mole di lavoro in questi tre giorni: alcune soluzioni non si sono rivelate valide, ma abbiamo comunque raccolto informazioni utili – ha detto Enea Bastianini in un comunicato ufficiale -. L’ultimo turno odierno inoltre è stato positivo: sono riuscito ad essere veloce lavorando sul passo gara e il mio miglior tempo, 1’46”700, l’ho ottenuto senza montare le gomme più morbide. In più ho commesso qualche errorino. In sostanza, so che avrei potuto ottenere una prestazione migliore, quindi il distacco dai primi non mi preoccupa. In generale questi tre giorni sono stati molto utili perché ho potuto conoscere meglio la moto, che a Valencia mi era parsa molto simile a quella a cui ero abituato nel 2014, e qui invece si è rivelata molto diversa da guidare”.

 

Andrea Locatelli ha compiuto un totale di 64 giri compiendo piccoli passi avanti nel corso della tre giorni, pur dovendo accontentarsi della 22esima piazza nella classifica combinata dei tempi, ma la top ten è lontana appena sei decimi…

“Sono contento perché in questi test ci siamo impegnati tantissimo tutti: abbiamo lavorato bene, provando tante cose alla ricerca della direzione migliore da prendere. Ringrazio perciò la squadra, che mi ha aiutato tanto – ha confessato il rider lombardo -. Oggi sono riuscito a migliorare ancora un po’ rispetto a ieri, anche se sinceramente mi aspettavo qualcosa in più; non sempre però va tutto bene, ho commesso qualche errore e alla fine la posizione è un po’ arretrata. Comunque il bilancio resta positivo, stiamo conoscendo la moto e individuando cosa mi serve per giungere ad un ulteriore miglioramento. Siamo tutti molto vicini e basta progredire un po’ per scalare diverse posizioni. Adesso – ha concluso Locatelli – guardiamo già con fiducia al prossimo test”.