Nuova Yamaha YZF R1, Giro in Pista e telemetria OnBoard (VIDEO)

Nuova Yamaha YZF R1 (Foto by Twitter)
Nuova Yamaha YZF R1
(Foto by Twitter)

Yamaha ha avuto una geniale idea postando in rete un video ufficiale della nuova YZF R1, con telemetria on board di un giro in pista a Sugo (circuito giapponese di proprietà della stessa Yamaha).

Nuova Yamaha YZF R1.

I dati del cruscotto digitale visti sul video sono esaltanti. Se i dati saranno confermati, la nuova Yamaha YZF R1  sarebbe un bel salto in avanti per la categoria SBK di Iwata, mettendosi in pari con le altre case, realizzando un modello altamente performante e tecnologico.

I dati rilasciati per la Yamaha YZF R1 sono perlopiù tecnici, il motore è un 4 cilindri crossplane da 998 cm cubici con 4 valvole per cilindro e una potenza di 200 CV con Airbox non in pressione, lo scarico passa sotto il motore, abbandonando la posizione sottocoda, per centralizzare le masse. Ma le novità maggiori sono nell’elettronica con  una nuova piattaforma inerziale (Inertial Measurement Unit) a 6 assi che consente l’installazione di numerosi controlli elettronici a partire dal D-Mode con quattro mappature selezionabili, Traction Control a controllo variabile in base all’angolo di piega, lo Slide Control, Lift Control (controllo dell’impennata), Quickshifter, Launch Control, ABS con Unified Brake System.

Il telaio è il classico Deltabox in alluminio, accoppiato a un telaietto reggisella in magnesio. Quest’ultimo contribuisce a ridurre il peso della moto che è ora di 179 kg. Le sospensioni anteriore e posteriore sono KYB (Kayaba), la forcella ha steli da 43 mm e un’escursione di 120 mm, è completamente regolabile così come il monoammortizzatore. La ciclistica è completata da una coppia di leggerissimi cerchi in magnesio a dieci razze, mentre i freni sono costituiti da dischi da 320 mm con pinze monoblocco radiali con ABS e frenata unificata UBS (Unified Brake System).

Nel frattempo divertitevi con la telemetria del video della Yamaha YZF R1: buona visione…