Paolo Beltramo escluso da Mediaset e da Sky: “Dopo 36 anni senza un lavoro in pista”

Paolo Beltramo
Paolo Beltramo con Kevin Schwantz (getty images)
Il Mondiale 2015 di Superbike sarà trasmesso da Italia 1 e Italia 2, così come la Supersport e le classi Stock 1000 e 600, ma da questa stagione non vedremo più Paolo Beltramo a bordo pista (!). In studio ci sarà Giulio Rangheri, già esperto di corse dopo che nel 2012 ha affiancato Guido Meda nel Motomondiale, mentre nel 2013 è stata la prima voce della Superbike, prima di abbandonare il ruolo di commentatore televisivo nel 2014, dopo che i diritti del Motomondiale sono passati da Mediaset a Sky.

Ma con l’emigrazione di Guido Meda il posto vacante è stato assegnato senza titubanze a Giulio ‘Ringhio’ Rangheri, che sarà affiancato da Max Biaggi nelle vesti di commentatore tecnico. Gli inviati dai box della SBK saranno Anna Capella e Ronny Mengo, mentre le classi minori sono affidate alle voci di Alberto Porta e Max Temporali.

All’appello manca un personaggio a dir poco storico, un volto assai noto nei box della MotoGP e non solo. Stiamo parlando del famoso giornalista Paolo Beltramo che su Twitter ha ammesso con rabbia e malinconia: “Ora lo posso dire di sicuro: quest’anno nè Mediaset, nè Sky mi vogliono. Dopo 36 anni per la prima volta senza pass, senza un lavoro in pista!”. Ormai gli anni di esperienza sembrano non servire più alla tv contemporanea…