Moto3, Enea Bastianini: “Desidero migliorare alcune cose”. Andrea Locatelli: “Facciamo progressi”

foto Twitter
foto Twitter

Il lavoro dello Junior Team Gresini Moto3 prosegue nella giusta direzione durante i test di Jerez de la Frontera, in attesa del “giudizio finale” della terza ed ultima giornata. Sia Enea Bastianini che Andrea Locatelli sono riusciti a chiudere la seconda giornata in netto progresso rispetto alla giornata precedente, abbassando i tempi di oltre un secondo e chiudendo il day 2 rispettivamente al 7° e 16° posto.

 

Il pilota romagnolo ha effettuato il suo giro più veloce in 1’46″747, compiendo un totale di 46 giri, pur faticando un po’ con le gomme nuove: “Oggi abbiamo lavorato bene, percorrendo più giri rispetto a ieri. Ho segnato anche un ottimo tempo, ma c’è ancora del lavoro da fare, perché nel terzo e ultimo turno a disposizione ho faticato un po’; non sono riuscito ad essere veloce come avrei voluto e ho trovato alcune cose che desidero migliorare – ha sottolineato Enea Bastianini -. Quando ho montato le gomme nuove, ad esempio, ho iniziato ad avvertire del chattering. Va comunque detto che già nel secondo turno avevamo imboccato la strada giusta, per cui domani torneremo indietro e ripartiremo da lì”.

Andrea Locatelli ha concluso il suo miglior giro in 1’47″522, ma ha ancora ampi margini di miglioramento: “Già ieri sapevamo dove intervenire sulla moto per progredire e difatti oggi c’è stato un bel miglioramento. Sono soddisfatto anche perché finora non abbiamo effettuato grosse modifiche: significa che c’è ancora del margine e già domani proveremo ad apportare dei cambiamenti più radicali, che spero portino dei benefici. La posizione finale odierna è un po’ arretrata – ha ammesso Locatelli -, ma è normale perché ero fermo da diverso tempo e per me qui è ancora tutto nuovo. Onestamente pensavo di partire un po’ più attardato: i più forti migliorano costantemente, ma anche noi facciamo sempre dei progressi e per questo sono molto contento”.