MotoGP, Valentino Rossi: “Per scaramanzia mi tocco le p… prima di uscire dai box”

Valentino Rossi (Getty Images)
Valentino Rossi (Getty Images)

 

Dalle curiosità sul Ranch di Tavullia – che potrebbe presto aprire le porte al pubblico – ai retroscena sugli allenamenti sul flat track, dal racconto della prima caduta in moto ai riti ‘scaramantici’ prima di entrare in pista, per poi arrivare ai progetti per il futuro. C’è tutto questo – e molto altro – nella lunga intervista video che Valentino Rossi ha concesso ai canali social di Dainese in attesa dell’inizio della stagione MotoGP 2015, con la prima gara in programma il 29 marzo in Qatar.

Il nove volte Campione del Mondo ha risposto dal suo Ranch a una serie di domande di fan e appassionati selezionate da Facebook e Instagram, e noi di Tuttomotoriweb possiamo assicurarvi che le sorprese non mancano.

 

La promessa di un “Ranch Day”

La principale riguarda proprio la possibilità di un “evento” nel Ranch di Tavullia dedicato ai suoi sostenitori: “Molte persone chiedono di venire qui – spiega Valentino – e in futuro potremmo organizzare premi o eventi speciali per un ‘Ranch Day’ con i miei fan”.

Il campione di Tavullia ha parlato anche del suo futuro, escludendo un approdo in Superbike, come invece si è vociferato in passato: “È vero, un tempo questa era la mia intenzione. Una volta conclusa la carriera in MotoGP pensavo di andare in Superbike. Invece adesso non ci penso più. Ora voglio concentrarmi e cercare di ottenere il massimo in MotoGP e dopo smettere di correre. Quindi adesso direi più no che sì, ma non si può mai sapere”.

Infine una domanda curiosa: perché ti tocchi sempre le palle prima di uscire dal box? E Valentino Rossi ha risposto: “Ormai è una scaramanzia. Nei primi anni c’erano le tute strette, quindi tiravano un po’ anche nel c… adesso sinceramente no, ma è un modo per concentrarsi”.

Ma il Dottore si è lasciato andare a molte altre gustosissime rivelazioni. Ascoltare per credere…
(PRIMA PARTE)

(SECONDA PARTE)