F1, Jenson Button: “Felice di avere Fernando Alonso in McLaren, scoprirò i suoi segreti”

Jenson Button & Fernando Alonso (Getty Images)
Jenson Button & Fernando Alonso (Getty Images)

Jenson Button era stato messo in ballottaggio con Kevin Magnussen per il ruolo di compagno di Fernando Alonso in McLaren, ma l’ha spuntata grazie alle qualità che da anni gli sono riconosciute e alla sua esperienza.

La scuderia di Woking adottando i motori turbo Honda è entrata in un’era nuova della sua storia e si augura che questa collaborazione con la casa motoristica giapponese si riveli vincente come nel periodo 1988-1992 quando insieme vinsero consecutivamente i titoli piloti e costruttori con Ayrton Senna e Alain Prost. La speranza della squadra è quella di tornare proprio ai vecchi fasti dato che è dal 2008 che non viene messo un Mondiale in bacheca.

 

Jenson Button elogia Fernando Alonso

L’inglese vuole dimostrare che la McLaren ha fatto bene a confermarlo e che il confronto con Fernando Alonso non sarà facilmente a favore dello spagnolo come è accaduto in Ferrari negli ultimi 5 anni. Proprio sul suo compagno ha rilasciato alcune dichiarazioni che sono state riprese dal Corriere dello Sport: «Penso che ogni pilota vuole una compagno di squadra competitivo: è sempre bene vedere quello che qualcun altro può fare con la stessa vettura».

Jenson Button mostra molto rispetto per l’astuariano ed è motivato a fare del proprio meglio, magari cercando di rubargli qualche segreto per aumentare la propria competitività in pista:«E’ sempre interessante scoprire i punti forza e di debolezza e anche lavorare con una persona con tanta esperienza come Fernando, che è stato due volte campione del mondo. E’ un vantaggio enorme per questa scuderia. Ho sempre detto che mi piacerebbe molto avere Fernando come compagno di squadra e adesso è qui: credo che lavoreremo molto bene insieme».

Entrambi di fronte alle telecamere e nelle varie interviste si sono scambiati complimenti e parole al miele, segnale di un buon rapporto e di un clima sereno all’interno del team. Sarà poi la pista a dire chi dei due andrà più veloce sulla nuova McLaren Honda e vedremo se vi saranno dei duelli accesi durante le gare. Sarà bello vederli battagliare.