F1, Daniel Ricciardo: “Mercedes non stupisce più. La Ferrari sarà competitiva in gara?”

Daniel Ricciardo (Getty images)
Daniel Ricciardo (Getty images)

Daniel Ricciardo nel Mondiale 2014 di Formula1 con 3 vittorie al volate della sua Red Bull è stato l’unico a spezzare il dominio della Mercedes, che con Lewis Hamilton e Nico Rosberg si è aggiudicata tutte le altre gare.

L’australiano per il campionato 2015 si augura di essere maggiormente competitivo, perché il suo obiettivo è quello di vincere e non di fare da semplice comparsa. Ora è il leader della squadra dopo l’addio di Sebastian Vettel, finito in Ferrari, e ha dunque un’eredità pesante da raccogliere dato che il tedesco è stato in grado di vincere 4 titoli mondiali.

 

Daniel Ricciardo parla di Red Bull, Mercedes e Ferrari

I primi test di Jerez hanno già fatto capire che la Mercedes sarà nuovamente la monoposto da battere e che la Red Bull dovrà lavorare ancora molto, anche se rispetto ad un anno fa la situazione del team di Milton Keynes è migliore ma ciò non accontenta perché c’è gente abituata a vincere e che non ci sta a prendere paga dagli avversari. La scuderia di Stoccarda è riuscita a fare un numero impressionante di giri, mentre la Red Bull ha avuto alcuni problemi con la power unit Renault. Daniel Ricciardo analizza così la situazione: “Ci sono due modi di leggere la cosa: puoi essere un po’ frustrato vedendo quanti giri ha fatto la Mercedes, o puoi vederla positivamente pensando a dove eravamo l’anno scorso. Penso che la maggior parte di noi hanno scelto la seconda. È andata molto meglio di un anno fa, ma sicuramente stiamo ancora cercando di imboccare la strada giusta. Dalla nostra parte abbiamo il tempo e siamo piuttosto veloci nel ribaltare le cose“. Le due dichiarazioni sono state riportate da en.F1i.com.

Il pilota australiano ha poi dato uno sguardo alla concorrenza esprimendo un proprio giudizio su quanto emerso dalle sessioni di test effettuate sul circuito spagnolo: “Dalla Mercedes onestamente non ci aspettavamo niente di meno, mentre la Ferrari sembra ne sia uscita piuttosto forte. Per ora sembrano andar bene, ma è ancora presto e Jerez è un posto dove non corriamo e in più non guidiamo mai con 5-8 gradi di temperatura. E la pista è davvero, davvero abrasiva. Sembrano messi bene, ma sarà così anche quando saremo in condizioni di gara? Penso che Barcellona ci farà fare un passo in questa direzione. Ma non li sto sminuendo, sono usciti da Jerez in buona forma”. Daniel Ricciardo dunque aspetta i test sul circuito del Montmelò (19-22 febbraio) per farsi un’idea più chiara e completa di quelli che sono i valori in posta. Un appuntamento che aspettano tutti, soprattutto i tifosi della Ferrari che si sono parecchio illusi dopo quanto visto a Jerez de la Frontera.