MotoGP, Dani Pedrosa: “A Sepang abbiamo fatto passi avanti”

Dani Pedrosa
Dani Pedrosa (getty images)

I primi test di Sepang si sono conclusi positivamente per la Repsol Honda che ha dimostrato ancora una volta di essere la squadra da battere. Marc Marquez e Dani Pedrosa hanno chiuso in vetta alla classifica dei tempi, lasciandosi alle spalle le Yamaha M1 di Jorge Lorenzo e Valentino Rossi.

Tra una decina di giorni i team della MotoGP torneranno in pista sul medesimo circuito malesiano per la seconda sessione pre-campionato e forse avremo una visione più chiara degli equilibri. Intanto Dani Pedrosa tenterà l’assalto al titolo iridato dopo aver cambiato il suo staff.

 

Il pilota di Sabadell sogna il titolo iridato

“L’ultimo giorno abbiamo realizzato una simulazione di gara, nonostante il caldo torrido. Abbiamo avuto fortuna, perchè il cielo era coperto ed è facile che piova in quell’area. Inoltre il venerdì mattina l’asfalto era ideale ed abbiamo potuto fare un buon giro. Ho anche fatto un piccolo errore nel mio giro buono – ha aggiunto Pedrosa -, in generale posso dirmi soddisfatto”.

Sul modello di Valentino Rossi il rider spagnolo ha deciso di cambiare la propria squadra all’interno del paddock: “Siamo ancora all’inizio ed è naturale che non abbiamo dei perfetti automatismi, ma l’impegno e l’attenzione verso il lavoro sono stati massimi. Con Denis [Pazzaglini] avevo giá lavorato ai tempi della 250cc e lui ha anche esperienza in MotoGP – ha spiegato Dani Pedrosa -. Non conosco molto Pedro [Calvet], ma ha un buon carattere. Daniel [Petzold] viene dalla Moto2 e avrà bisogno di un po’ di tempo per adattarsi alla quantità di informazioni che richiede la MotoGP, ma confido nelle sue capacità di apprendimento. Sono contento anche del ruolo di Ramón [Aurín], credo che sta facendo un buon lavoro e c’è un buon feeling con il team. In questo test abbiamo fatto dei passi importanti, abbiamo migliorato tanto grazie al programma di sviluppo della Honda in Giappone”.

In attesa della seconda uscita stagionale a Sepang Dani Pedrosa è tornato in Spagna per stare vicino alla famiglia e proseguire la fase di allenamento. Ma l’Asia gli ha lasciato una bella sensazione: “I tifosi asiatici sono appassionati di MotoGP, seguono le gare come matti. Quand sei lì senti davvero tutto il loro affetto. È stato bello esser lí e condividere con loro la passione che hanno verso il nostro sport”.