Myris: il sensore che accende l’auto con lo sguardo (VIDEO)

(foto da Eyelock.com)
(foto da Eyelock.com)

 

 

Avviare propria automobile semplicemente con lo sguardo. E’ quanto promette di fare Myris, un dispositivo messo a punto dalla Eyelock che basa il proprio funzionamento sulla scansione dell’iride. Quella che fino a oggi poteva sembrare un’ipotesi relegata agli sceneggiati di fantascienza e spionaggio, dunque, potrebbe presto diventare una realtà diffusa: basterà inglobare Myris nel sistema di accensione della vettura…

 

Un passo avanti verso l’auto del futuro

Grazie a un sistema di specchi e a un’apposita fotocamera, Myris (che ha le dimensioni di una piccola mano) è in grado di scansionare l’iride dell’utente, per confermarne l’identità. L’unicità della trama dei vasi sanguigni e dei colori dell’iride è infatti paragonabile a quella del DNA, e la tecnologia di Myris è così accurata da riconoscerla e archiviare i relativi dati nella memoria interna, ovviamente protetta e crittografata.

Oltre agli evidenti vantaggi in termini di comodità, Myris promette di avviare una vera e propria rivoluzione nel campo della sicurezza, grazie alla possibilità di impedire l’accensione del mezzo se il dispositivo non riconosce lo sguardo del proprietario. Un valido deterrente contro i furti, e un possibile fattore di “sconto” sul prezzo delle polizze assicurative, ma non solo: Myris potrebbe consentire anche di resettare automaticamente la stazione o il volume radio, la temperatura dell’abitacolo, la velocità massima dell’auto e così via, secondo i dati impostati dall’utente con l’iride “giusta”.

Un altro passo avanti verso l’auto del futuro…