MotoGP, Marc Marquez: “La Honda RC213V può ancora migliorare”

Marc Marquez
Marc Marquez (getty images)

La stagione 2015 di Marc Marquez non poteva aprirsi in modo migliore. Il campione iridato della MotoGP, in occasione dei Test Sepang 1, non solo ha chiuso con il miglior tempo, ma ha stabilito un nuovo record  di pista arrestando il cronometro a 1’58″867 in sella alla sua RC213V. Eppure, secondo il pilota di Cervera, “non è stato un giro perfetto”, segno che la moto ha ancora margini di miglioramento.

 

Il campione HRC punta al quinto titolo iridato

Nell’ultima giornata di test in Malesia Marc Marquez ha effettuato anche una simulazione di gara: “E’ andato molto bene. Stavo guidando quando le temperature erano superiori alle ore 14.30, perché queste condizioni si avvicinano molto al weekend di gara – ha spiegato il pilota HRC in un’intervista rilasciata a Speedweek -. Il confronto con gli altri piloti è difficile, perché siamo scesi in pista in momenti diversi. Abbiamo raccolto dati importanti e provato diverse mappature per il motore, che mi ha dato alcune informazioni – ha proseguito -. Una simulazione di corsa è un po’ noiosa perchè si guida da soli… Crediamo di avere ancora margini di miglioramento, ma per cominciare sono molto soddisfatto. Penso che abbiamo gli ingredienti per un buon anno”.

Ora non resta che attendere la seconda sessione di Test Sepang, quando per la Honda dovrebbero giungere ulteriori conferme della propria superiorità sulle moto avversarie. E Marc Marquez sembra essere tornato in pista in grandissima forma: “I primi tre giorni di test sono i più difficili, ma mi sento bene. Durante la simulazione di gara mi sentivo bene fisicamente. Ma ho capito alcuni punti su cui devo lavorare”, ha concluso il campione spagnolo.