F1, Fernando Alonso: “Io e McLaren migliori rispetto al 2007. Torneremo a vincere”

Fernando Alonso (Getty Images)
Fernando Alonso (Getty Images)

Fernando Alonso ha fatto il suo esordio ufficiale alla guida della McLaren Honda nel corso dei test di Jerez de la Frontera che hanno coinvolto i diversi team di Formula1, esclusa la Force India.

Com’era in parte pronosticabile, la monoposto della scuderia di Woking non si è dimostrata competitiva fin dalle prime battute. Ci sono ancora alcune problematiche, soprattutto per quanto riguarda la power unit Honda, che vanno risolte per presentarsi al meglio per il GP d’Australia.

Sia lo spagnolo che il compagno Jenson Button non sono riusciti a compiere tanti giri, ma c’è molto ottimismo all’interno della squadra già in vista del prossimo test a Barcellona.

 

Fernando Alonso elogia la McLaren Honda

L’ex pilota della Ferrari è abituato ad affrontare situazioni critiche e non sembra preoccupato in questo momento, era infatti consapevole che all’inizio ci sarebbero state delle difficoltà di messa a punto della monoposto ma crede nel progetto e punta a vincere al più presto. Il titolo mondiale gli manca dal 2006 e lo ha solo sfiorato nella sua quinquennale avventura in rosso.

Nell’intervista rilasciata ad espn.co.uk parla dell’ambiente all’interno del box McLaren rispetto alla sua prima esperienza con il team nel burrascoso 2007: “Sono cambiato io ma lo è anche il team. C’è maggior apertura mentale, specialmente grazie all’arrivo di Eric Boullier alla gestione e di tecnici provenienti da altre squadre. Di certo si respira un’aria internazionale”.

Fernando Alonso ha molta fiducia nella sua squadra ed è convinto che otterranno assieme i risultati che si sono prefissai: “L’ingresso dell’ingegner Peter Prodromou ha poi dato l’avvio ad un progetto innovativo. La MP4-30 è decisamente diversa dalle ultime monoposto senza contare le potenzialità della collaborazione con Honda. Personalmente amo molto la cultura giapponese e conosco la loro passione per le corse e la F1, di cui tra l’altro sono esperti, dunque sono convinto che assieme riusciremo a raggiungere tutti i nostri obiettivi”.