Poliziotti Italiani inseguono un fuggitivo in Svizzera, ma vengono portati in caserma

Frontiera Svizzera (Foto by Getty images)
Frontiera Svizzera (Foto by Getty images)

Questa insolita vicenda è accaduta pochi giorni fa ad una pattuglia della Polstrada di Busto Arsizio che stava inseguendo un automobilista il quale aveva speronato il posto di blocco, poi rivelatosi alla guida in stato di forte ebbrezza.

Poliziotti Italiani inseguono un fuggitivo in Svizzera.

Si è rischiato un vero e proprio incidente Diplomatico a causa di una pattuglia della Polstrada di Busto Arsizio che si trovava all’inseguimento di una vettura che pochi minuti prima aveva speronato un posto di blocco, l’accaduto risale alla notte tra il 25 e il 26 Gennaio sull’autostrada A9, l’auto in fuga si è diretta verso il territorio Elvetico e la pattuglia ha chiesto ed ottenuto dal Centro di cooperazione Doganale di Chiasso l’autorizzazione ad entrare nella Confederazione sulla base degli accordi tra i due Paesi confinanti.

Poco dopo la frontiera la vettura in fuga è stata fermata dalla Polizia Svizzera ed il conducente è stato arrestato, ma anche  per i Poliziotti di casa nostra non è andata molto bene, visto che anch’essi sono stati fermati, disarmati e sottoposti ad alcol test e scortati fino alla Caserma di Lugano, dove i due agenti sarebbero stati interrogati separatamente e trattenuti per tre ore prima di essere riaccompagnati alla frontiera, dove sono state restituite loro le armi. Il loro rapporto di servizio è stato inviato dalla procura di Como al ministero degli Esteri che valuterà il comportamento dei colleghi elvetici.