Seat Leon: ecco il primo esemplare in divisa

(foto dal Fiammeblu.org)
(foto dal Fiammeblu.org)

 

Per la prima volta dopo tanto tempo sarà un’auto di produzione straniera a indossare la prestigiosa divisa di Carabinieri e Polizia, e risponderà al nome di Seat Leon. Per chi ancora non ci credesse, un utente del forum Fiamme Blu ha pubblicato la foto di una Seat Leon nella nuova e prestigiosa veste che ha subito fatto il giro della Rete. La novità fa un certo effetto, visto che dal 1914 . quanto i Carabinieri ricevettero una Fiat Zero – Gazzelle e Pantere sono state quasi sempre una prerogativa dei marchi nazionali…

Per ricostruire la vicenda bisogno tornare indietro di qualche mese, quando Volkswagen Group Firenze spa – non senza polemiche – la gara d’appalto indetta l’8 aprile2014 dal Ministero dell’Interno. I termini dell’accordo prevedono che l’azienda tedesca fornirà inizialmente 206 vetture a Carabinieri e Polizia, garantendosi poi il diritto di prelazione non appena verrà effettuato un ordine da ulteriori 4.000 automobili (1.800 macchine per la Polizia e 2.100 per i Carabinieri, fino a un massimo di 184 milioni di euro).

Ovviamente lo “smacco” è stato difficile da digerire per il suo diretto competitor nella gara: Fiat Auto Var srl , la cui offerta era risultata superiore di 83 euro a vettura (43.980 euro per esemplare, contro i 43.897 euro di Volkswagen, comprensivi delle spese di equipaggiamento e allestimento, oltre alla manutenzione per 6 anni o fino a 150.000 chilometri). Inevitabile dunque il risolto giudiziario: Fiat ha presentato ricorso al TAR del Lazio, lamentando una serie di irregolarità procedurali e formali nell’offerta, ma il 26 settembre i giudici hanno dato ragione ai legali del gruppo Volkswagen, bocciando il ricorso e la relativa richiesta di risarcimento.