MotoGP, Casey Stoner: “Honda ha versioni diverse della moto 2015”

Casey Stoner
Casey Stoner (getty images)

Domani prenderà il via il Mondiale 2015 di MotoGP con la prima sessione di test sul circuito di Sepang, in Malesia, dove i team Factory e Open potranno capire, dopo la pausa invernale, a che punto si trovano con lo sviluppo delle rispettive moto.

La scorsa settimana sul tracciato malesiano ha eseguito tre giorni di prove con la Honda un tester d’eccezione: Casey Stoner.

 

Il pilota australiano al lavoro per la Honda ufficiale 2016

Il pilota australiano due volte campione del mondo (con Ducati e con Honda) ha girato con la Honda Racing Corporation per collaudare al meglio la nuova RC213V che verrà affidata a Marc Marquez e Dani Pedrosa. In un’intervista rilasciata al sito ufficiale motogp.com l’indimenticabile Casey Stoner ha fatto un resoconto della tre giorni di test in Malesia.

“Abbiamo versioni differenti della moto 2015 e abbiamo potuto fare delle comparative. Inoltre, abbiamo provato due diversi tipi di sospensioni, altre soluzioni riguardanti il freno motore e alcune mappature – ha dichiarato Stoner -. Si è trattato, più semplicemente, di lasciare tutto in ordine per quando arriveranno i piloti ufficiali. Dovevamo provare alcune cose per esser sicuri che i piloti le capissero prima ancora di salire in sella”.

La leggenda australiana ha spiegato di essersi adattato alle impostazioni di entrambi i piloti della Repsol Honda. “Fondamentalmente, ho guidato entrambe le moto. Ho dovuto adattarmi alla moto e al telaio di Marc, quindi ho fatto lo stesso con quella di Dani. Anche loro guideranno versioni differenti e sarà interessante vedere se saranno o meno capaci di trovare un setting intermedio – ha sottolineato Casey Stoner -; ma non sarà facile, perchè ogni pilota normalmente preferisce una regolazione e l’altro una del tutto diversa”.

Ma quando rivedremo in pista l’ex campione iridato della Ducati? “Al momento non abbiamo programmato il prossimo test, ma sarà probabilmente a stagione inoltrata. Ci potranno esser forse un paio di appuntamenti con HRC, o degli eventi ai quali parteciperò, ma per il momento la nostra collaborazione si limita a quanto fatto finora. Non sono sicuro se il mio prossimo test sarà sulla moto di quest’anno, con soltanto piccoli interventi su quella attuale in modo che i piloti possano lottare per il titolo, oppure se inizierò già a provare la moto dell’anno prossimo. Dani e Marc non hanno poi così tanto tempo per provare tutte quelle parti, specialmente quando inizieranno il Campionato e cercheranno di vincerlo – ha ricordato Casey Stoner -. Da quel momento infatti, non potranno salire sulla moto dell’anno prossimo, come invece potrò fare io”.