MotoGP 2015, Jorge Lorenzo: “Sospettiamo che Honda abbia qualche difficoltà”

Jorge Lorenzo
Jorge Lorenzo (getty images)

Nel test di Valencia del 2014 Marc Marquez, nonostante abbia chiuso con il miglior tempo davanti a Jorge Lorenzo e Valentino Rossi, ha ammesso di aver riscontrato qualche difetto sulla nuova Honda RC213V. Sarà il test di Sepang 2015 a confermare o smentire tale ipotesi. In casa Yamaha regna la speranza che in casa Honda ci siano difficoltà per ambire al titolo iridato…

 

La grande sfida tra Movistar Yamaha e Repsol Honda continua

Jorge Lorenzo, in occasione della presentazione della Yamaha M1 2015 a Madrid, ha rilasciato il suo pronostico sul Mondiale MotoGP 2015 in un’intervista a Movistar Tv riportata dal sito Crash.net: “Abbiamo il sospetto che la Honda abbia qualche difficoltà con la nuova moto e dobbiamo continuare sulla buona strada con nuove parti che ci danno più velocità e coerenza. Questo è solo una speranza in questo momento”.

Nella scorsa stagione il pilota maiorchino della Yamaha ha riscontrato diverse difficoltà nella prima parte di campionato, a cominciare dall’incidente rimediato nella prima gara in Qatar e alla partenza anticipata nella seconda tappa in Texas. Un inizio stagione da archiviare, causato anche da un cattivo stato di forma fisica e mentale.

“L’anno scorso non ho potutolo lottare per il titolo a causa degli errori nelle prime gare… Penso che il risultato finale del campionato è stato in linea con l’andamento della stagione. Credo che Marquez dovrebbe essere il favorito e poi Valentino. Dani e io siamo dietro fino a quando non sarà provato il contrario”.

Per Jorge Lorenzo sarà il sesto campionato al fianco di Valentino Rossi: finora lo spagnolo si è piazzato davanti nel 2010 e nel 2013, mentre l’italiano ha avuto la meglio nel 2008, 2009 e nel 2014. Nel commentare la loro rivalità il pilota maiorchino ha affermato: “Il primo avversario da battere è sempre il tuo compagno di squadra, perché si guida con la stessa moto e se gira più velocemente significa che sei più lento. Se tu sei il migliore nel box allora si è in grado di sfidare la vostra squadra per migliorare o dare una moto migliore, ma se il vostro compagno di squadra sta vincendo devi batterlo – ha concluso Lorenzo -, così per me è una grande motivazione”.