F1 Test Jerez, Fernando Alonso: “Dopo 23 anni ho guidato la McLaren-Honda”

Fernando Alonso
Fernando Alonso nel day 1 a Jerez (getty images)

Nella prima giornata di test Formula 1 sul circuito di Jerez de la Frontera la Ferrari segna il miglior tempo con Sebastian Vettel, mentre per l’ex ferrarista Fernando Alonso l’esordio sulla McLaren-Honda si rivela alquanto scoraggiante. Il pilota spagnolo ha messo a segno soltanto 6 giri, contro i 60 di Vettel e i 157 di Nico Rosberg, ma ha dovuto fare i conti con alcuni problemi alla nuova monoposto…

 

L’ex ferrarista orgoglioso della nuova monoposto

In vero i test prestagionali servono proprio a limare difetti e problemi e i tempi di questi giorni significano ben poco, ma se il buongiorno si vede dal mattino…

“Data la complessità delle moderne macchine di Formula 1 i tipi di problemi che abbiamo incontrato oggi non erano troppo sorprendenti. Sono solo cose che si verificano nel primo giorno di test di Formula 1. Ma è stata una giornata fantastica per me – ha detto Fernando Alonso sul sito ufficiale McLaren -, perchè ho avuto il privilegio di guidare la macchina per la prima volta, dopo 23 anni dal ritorno in pista di McLaren e Honda, e mi fa sentire estremamente orgoglioso”.

Nonostante abbia compiuto pochi giri e segnato un ritorno di oltre 18 secondi dal più veloce di giornata Fernando Alonso mantiene l’ottimismo e l’entusiasmo: “Ovviamente non ho ancora una sensazione precisa della vettura, ho fatto solo una manciata di giri, e la maggior parte di questi  erano a bassa velocità, effettuando controlli preliminari, quindi ho bisogno di un po’ più di tempo per essere in grado di parlare con precisione a proposito. Ma tutto sembra rispondere bene e mostra quello che ci aspettavamo”.

Di certo Fernando Alonso e McLaren-Honda hanno ancora tanto lavoro da fare: “Abbiamo ancora molto da imparare, ma non dimentichiamo quante difficoltà hanno incontrato le squadre l’anno scorso… Ogni giro che facciamo impareremo qualcosa, quindi speriamo di arrivare in Australia con una buona comprensione della vettura. Finora tutto sembra molto eccitante, ci sono un sacco di sensazioni positive all’interno del box da parte di tutti – ha concluso lo spagnolo – e io sono molto felice di essere parte di questo progetto”.