MotoGP Yamaha, Valentino Rossi: “Mondiale 2015 sarà una lotta a quattro”

Valentino Rossi
Valentino Rossi (foto facebook)

Dopo aver visto la seconda parte del Motomondiale 2014 viene spontaneo immaginare un’acerrima sfida tra Yamaha e Honda, considerando che la casa di Iwata ha più ampi margini di miglioramento. Prima del cambiamento di regolamento previsto per il 2016 Valentino Rossi cercherà di realizzare il sogno del decimo titolo iridato, dopo l’ultimo conquistato nel 2009.

 

Il campione di Tavullia sogna il decimo titolo iridato

In occasione della presentazione del team Movistar Yamaha MotoGP 2015 presso l’Auditorium Movistar di Madrid, il campione di Tavullia ha parlato della nuova stagione agonistica, delle speranze e degli obiettivi… “La stagione 2014 è stata molto importante per poter meglio comprendere il mio livello di competitività dopo parecchi anni nel Campionato del Mondo MotoGP”, ha spiegato Valentino Rossi in un’intervista riportata sul sito ufficiale Motogp.com.

“Abbiamo fatto delle belle gare e alla fine ho chiuso in seconda posizione in classifica dietro Marquez, quindi ho dei buoni motivi per potermi ritenere soddisfatto. Ad ogni modo, questo fa già parte del passato. Sono completamente determinato a partire col passo giusto ed esser competitivo sin da subito. Il mio team ha lavorato molto l’anno scorso e ho potuto vedere una bella atmosfera. Silvano [Galbusera] è alla sua seconda stagione con me – ha ricordato il pesarese – e ora possiede tutte le informazioni per potermi aiutare ad esser più veloce in ogni circuito. Io sto bene e ci sono tutti i presupposti per una grande stagione. Credo saremo ancora in quattro a giocarci il titolo: sarà una bella lotta”.

Inutile negare di ambire al decimo titolo iridato, viste le prestazioni della scorsa stagione: “Mi concentrerò per dare il meglio di me stesso e vincere quante più gare possibili – ha promesso Il Dottore -. Ovviamenti sì: sto facendo un pensierino al decimo titolo. Ad ogni modo, il mio primo pensiero è per la mia M1. Non vedo l’ora di salirci su”.

Dopo il test di Valencia effettuato alla fine del Mondiale 2014 sarà la volta dei test di Sepang in programma dal 4 al 7 febbraio, dove finalmente Valentino Rossi potrà provare la nuova M1 e lanciare la sfida al campione in carica della Repsol Honda. “L’anno scorso Marquez ha iniziato il campionato in uno stato di forma incredibile. Invece sia io sia Jorge non eravamo al 100%. Silvano era arrivato da poco nel team in qualità di capo-tecnico e io dovevo ancora sistemare alcune cose. Neanche Jorge ha iniziato bene. Tuttavia, entrambi abbiamo poi concluso la stagione in crescendo – ha concluso il nove volte campione del mondo – e sono sicuro che inizieremo questo Campionato con la giusta voglia di vincere”.