MotoGP Honda, Shuhei Nakamoto: “Jack Miller nel team factory? Impossibile”

Shuhei Nakamoto (Getty Images)
Shuhei Nakamoto (Getty Images)

 

Promuovere un giovane pur promettente come Jack Miller nel team factory ufficiale della Honda già nel 2015 sarebbe stata “un’idea stupida”. A dirlo, senza peli sulla lingua, è il boss del prestigioso team della MotoGP, Shuhei Nakamoto, a colloquio con MCN.

 

Aspettando il grande “salto”

Nakamoto si è speso di persona per favorire la folgorante ascesa di Miller dalla Moto3 alla MotoGP nel 2015, e difatti l’australiano correrà con la nuova RC213V-RS nella squadra di Lucio Cecchinello.

A detta di molti (comprese due leggende della MotoGP come Mick Doohan e Kevin Schwantz), tuttavia, Miller sarebbe dovuto passare direttamente nel team Repsol Honda, come sostituto di Dani Pedrosa, già nella stagione 2015.

Nakamoto è di tutt’altro avviso: l’ipotesi di un “salto” nel team factory per il giovane Miller – che nel 2014 ha preso per soli due punti la battaglia per il titolo iridato nella Moto3 con il rivale spagnolo Alex Marquez – non è mai stata presa in seria considerazione, perché giudicata “impossibile”.

“Se avessi voluto reclutare un secondo pilota per il team Repsol Honda non avrei scelto Jack – spiega ancora a MCN – . Sarebbe stata un’idea stupida”. Nakamoto ammette tuttavia Miller si giocherà quella chance nel 2015 e nel 2016: “C’è qualche possibilità che, se dimostrerà di esserne all’altezza, possa compiere il salto nel 2017. Tutto dipende dalle performance”, conclude.