Formula1, Daniel Ricciardo: “Red Bull e Ferrari possono colmare il gap con Mercedes”

Daniel Ricciardo e Danil Kvyat
Daniel Ricciardo e danil Kvyat (getty images)

A Milton Keynes, quartier generale della Red Bull, Daniel Ricciardo, il neo compagno di squadra Danil Kvyat e il team principal Christian Horner hanno effettuato una sciata prestagionale, in attesa del debutto in pista per il primo test dell’anno in programma dall’1 febbraio a Jerez de la Frontera. Con loro anche l’ex pilota della Red Bull David Coulthard.

 

Il pilota australiano lancia la sfida alle Mercedes

Nel 2014 Daniel Ricciardo è stato l’unico pilota capace di dare un minimo fastidio al dominio Mercedes, vincendo tre Gran Premi pur con una monoposto inferiore per prestazioni. Nella giornata sulla neve il pilota australiano ha parlato del prossimo mondiale di Formula 1 ed è sembrato alquanto ottimista e allegro.

“E ‘stato bello, ho avuto un po’ di tempo libero, ma ad essere onesti sarei stato felice se la stagione fosse continuato ad andare dopo Abu Dhabi”, ha detto Daniel Ricciardo, come riportato sul sito ufficiale della Red Bull Racing. “Abbiamo avuto una buona serie di gare e mi stavo divertendo, ma allo stesso tempo è necessario avere un po’ di relax. Però è tempo di ricominciare e devo dire che non vedo l’ora di testare la prossima settimana. Sono davvero desideroso di rimettermi al volante ora”.

Del resto Daniel Ricciardo sa che potrebbe essere l’anno della sua consacrazione, a patto che la sua scuderia riesca a colmare il gap dalle Mercedes di Lewis Hamilton e Nico Rosberg: “L’obiettivo è solo quello di cercare di fare ancora di più rispetto allo scorso anno…  C’è stato un momento in cui pure lo scorso anno mi ha riguardato, ora non sarebbe male allungare quel momento”. E senza peli sulla lingua ha sentenziato: “Penso di poter battere Hamilton e Rosberg. Se dovessimo chiudere il gap, saremmo in caccia aperta, e so di poter giocare al meglio le mie carte.”

A proposito del nuovo compagno di quadra, il pilota russo Danil Kvyat classe 1994, ha affermato di essere già in perfetta sintonia: “Ci conosciamo da molto tempo, da quando eravamo in Red Bull Junior Team, quindi forse cinque o sei anni, quindi tutto è buono, è un davvero bravo ragazzo. Tuttavia so che sarà lui a spingere molto forte, come ha dimostrato l’anno scorso, quindi dovrò tenere testa. Entrambi cercheremo di portare un’energia molto positiva e forte per la squadra che mi auguro avrà la squadra al top”.

Infine una battuta sui diretti avversari: “Tutti faranno un passo in avanti, questo è un dato di fatto – ha ammesso Daniel Ricciardo – ma bisogna anche considerare che i margini di miglioramento della Mercedes saranno molto più piccoli di tutti gli altri tanto erano avanti nel 2014. Spero di non sbagliare, ma secondo me non hanno più del 50% di miglioramento a disposizione, c’è molto più margine di crescita di prestazioni per noi e Ferrari per colmare quel distacco”, ha concluso il driver australiano.