Due consigliere comunali si fingono prostitute per un giorno e… (VIDEO)

Sulla via Domiziana, a Castel Volturno (CE), due consigliere comunali, Anastasia Petrella e Stefania Sangermano, si fingono prostitute per evidenziare lo stato di abbandono da parte delle istituzioni di un territorio in balia della criminalità, della prostituzione e del degrado ambientale e sociale. Vestite con minigonna, tacchi a spillo e camicette scollate fanno da esca per eventuali clienti, ma al momento di contrattare la cifra della prestazione spunta il sindaco Dimitri Russo ‘armato’ di fascia tricolore che invita il cliente ad effettuare la raccolta differenziata anche dopo una prestazione sessuale.

L’avvenimento fa parte di un progetto ideato dall’amministrazione comunale di Castel Volturno al fine di sensibilizzare le istituzioni su una zona altamente pericolosa. Molti degli automobilisti che si sono fermati sono poi stati fermati duecento metri più avanti dalla polizia municipale e multati in base all’ordinanza anti-prostituzione emessa due mesi fa. Il sindaco ha voluto riprendere il tutto con un filmato che vi mostriamo qui sotto.

”Ho fatto tuo questo perché mi auguro che il mio Comune abbia attenzione vera, perchè qui non è come altrove – ha spiegato Dimitri Russo in un’intervista riportata da Rai News -. Qui siamo in una terra ribattezzata ‘Terra di Gomorra’, ‘terra dei fuochi’. Una terra degli ultimi, dove non servono tanti poliziotti per un mese, ma dieci poliziotti o carabinieri in più di quelli che ci sono, ma per sempre. Mi ascoltino, a Roma”.