Porsche, chiave a sinistra? Ecco spiegato il perché

Chieve Porsche (foto dal web)
Chiave Porsche (foto dal web)

Come tutti gli appassionati sapranno, le automobili Porsche si accendono girando la chiave a sinistra del volante e non a destra come nella maggior parte delle altre vetture. In molti si saranno chiesti perché il marchio di Zuffenhausen abbia optato per questa scelta. Ora ve lo spieghiamo.

Questa decisione affonda le proprie radici nella storica corsa della 24 Ore di Le Mans. Negli anni ’50 e ’60 la Porsche era protagonista nelle corse motoristiche e molte di esse cominciavano con la ‘partenza Le Mans’ con le vetture schierate a spina di pesce con il motore spento e i piloti allineati nell’altro lato del rettilineo di partenza che devono correre per salire sul proprio mezzo. Dovendo ingranare la marcia con la mano destra tornava utile e comodo accedere l’auto con la sinistra pe risparmiare qualche secondo nella fase di start.

Dal 1970, anno in cui  trionfò proprio la Porsche, la prestigiosa gara di endurance francese parte, però, senza questa modalità. Viene previsto infatti che i piloti debbano trovarsi già nella loro macchina. Il cambiamento è stato deciso dopo che nell’edizione del 1969 Jacky Ickx, invece di correre, camminò lentamente per salire verso la sua Ford GT40. Un gesto di protesta verso gli organizzatori della gara, che con la partenza ‘in corsa’ mettevano a rischio la sicurezza dei corridori dato che nella fretta non indossavano la cintura. Il pilota belga, nonostante abbia perso molto tempo mettendosi la cintura e facendo passare tutte le vetture avversarie, riuscì a vincere quella 24 Ore di Le Mans tra lo stupore generale. Non mancò la tragedia, infatti John Woolfe con la Porsche 917 morì dopo essere sbalzato fuori dalla sua auto per non essersi legato la cintura.