Caso Jules Bianchi: la FIA querela l’ex pilota Philippe Streiff

Philippe Streiff
Philippe Streiff (getty images)

Alcune settimane fa Philippe Streiff, ex pilota di Formula 1 sulla sedia a rotelle dal 1989 in seguito ad un incidente nei test in Brasile, ha rilasciato dichiarazioni al vetriolo nei confronti della Fia, circa l’incidente a Jules Bianchi al volante della Marussia.

In un’intervista radiofonica Philippe Streiff avrebbe affermato che la Commissione d’inchiesta costituita in seguito al drammatico incidente, che doveva ricostruire l’accaduto e trovare eventuali responsabili per quanto accaduto a Jules Bianchi, non era altro che un’organizzazione per scagionare la Fia da ogni colpa.

 

Jean Todt e Gerard Saillant denunciano Streiff

Ma il presidente Fia, Jean Todt, e il capo dello staff medico, Gerard Saillant, irritati da tali dichiarazioni, starebbero pianificando un’azione legale contro Streiff. Come riportato dal sito Autosport “LaFia, il suo presidente Jean Todt, così come Gerard Saillant, sono costernati per le osservazioni di Philippe Streiff sullo stato di salute di Jules Bianchi – ha dichiarato un portavoce – e ribadiscono che i commenti offensivi e diffamatori di Philippe Streiff sono assolutamente infondati e dimostrano un intento doloso”.

Quindi la Federazione Internazionale dell’Automobile intraprenderà le vie legali contro l’ex pilota francese di Formula 1 Philippe Streiff: “Considerata la gravità di questo attacco deliberato alla loro reputazione, hanno dovuto chiedere ai propri avvocati di presentare una denuncia per diffamazione e insulto pubblico in modo che la circolazione delle dichiarazioni di Philippe Streiff vengano arrestate immediatamente e sanzionato in modo adeguato. Si trova deplorevole il fatto che questo incidente non fa che aggiungere altra sofferenza per la famiglia di Jules Bianchi, alla quale si desidera ribadire il loro sostegno”.

Ma a quanto pare le dichiarazioni di Streiff sono dettate dal tragico evento avvenuto nel 1989 sul tracciato di Jacarepagua e dal dolore provato nel vedere altri piloti in lotta tra la vita e la morte. Infatti anche in seguito all’incidente sugli sci di Michael Schumacher aveva rivelato notizie dubbie sul reale stato di salute del campione tedesco, sebbene sia stato subito smentito dalla famiglia di Schumi. Forse solo un modo per ritornare alla ribalta delle cronache…