Logo Ferrari (Getty Images)
Logo Ferrari (Getty Images)

La Guardia di Finanza di Modena ha scoperto proprio nei pressi della stessa città emiliana un capannone all’interno del quale vi erano pezzi di ricambio di illecita provenienza apparteneneti ad automobili Ferrari. Un vero e proprio magazzino abusivo nel quale sono stati trovati sedili sportivi, volanti, specchietti retrovisori, fari allo xeno, paratie in carbonio, paraurti e altro ancora. Per un totale di 217 articoli sequestrati dal valore complessivo di bene 250 mila euro.

L’indagato è un un modenese, che lavorava per conto di un’impresa incaricata di compiere manutenzioni sulle auto Ferrari. Il suo compito specifico era quello di trasportare componenti meccaniche o di carrozzeria dalla Ferrari ai luoghi dove venivano effettuate le riparazioni. Sia i magazzini Ferrari che l’azienda di riparazioni, dai quali provenivano i pezzi rubati, hanno sporto denuncia per furto aggravato nei confronti dell’uomo colpevole del fatto.

Questa operazione della Guardia di Finanza, avvenuta nell’ambito delle iniziative volte alla tutela dei marchi e della proprietà industriale, ha così permesso di bloccare un importante business di commercio nero riguardante componenti meccanici, elettrici e di carrozzeria che finendo sul mercato illegale avrebbero causato un danno economico alla Ferrari.

 

Di seguito proponiamo un video che riguarda proprio questo fatto.