SBK test Portimao: la pioggia “inchioda” Max Biaggi

Max Biaggi (Getty Images)
Max Biaggi (Getty Images)

Doveva essere il giorno del tanto atteso “rodaggio” dell’Aprilia per Max Biaggi, ma la pioggia di Portimao, in Portogallo, è stata inclemente e, dopo appena 5-6 giri sull’asfalto bagnatissimo (con scivolata finale, fortunatamente senza conseguenze) il pilota è stato costretto ad abbandonare la pista.

La pioggia ed il freddo hanno confinato lui e gli altri atleti (c’erano anche Suzuki, Ducati, BMW, MV Agusta ed EBR) ai box.

Appuntamento rinviato a domani

Dopo uno “stop” lungo 27 mesi, Max Biaggi aspettava questa prima giornata di test Superbike a Portimao come l’inizio di una nuova avventura, e un’occasione per aggiustare il tiro in vista della stagione 2015. “Entrando nei box sono tornato indietro di tre anni – ha scritto su Twitter – . Il primo amore non si scorda mai. Inizia qui il mio 2015!”.

Ma dopo aver inutilmente atteso una schiarita e – nel tardo pomeriggio – tentato comunque di sfidare il maltempo in sella alla sua Aprilia RSV4 con il mitico numero 3, percorrendo appena 5-6 giri sul bagnato pesante per poi scivolare (contusione alla scapola e moto danneggiata) mentre stava testando una novità di elettronica, si è dovuto arrendere alla pioggia.

La speranza è che domani, 22 gennaio, nell’ultima sessione prevista sul tracciato dell’Algarve, il “Corsaro” e i suoi colleghi dell’Aprilia (Leon Haslam e Jordi Torres sempre con la RSV4), così come i team Ducati, Suzuki, MV e Ebr, trovino una pista asciutta.

Dopo questa prima tornata a Portimao, i team della SBK si sposteranno a Jerez per altre due giornate di test (lunedì e martedì della prossima settimana) cui parteciperanno anche i team Honda e Kawasaki, in vista del primo appuntamento del mondiale tra circa un mese sul circuito australiano di Phillip Island.