Il papà di Valentino Rossi sogna il Flat Track a Misano

Valentino Rossi (Getty Images)
Valentino Rossi (Getty Images)

L’attività della Vr46 Riders Academy di Valentino Rossi si estenderà presto ben oltre i confini della pista di Tavullia. E’ stato infatti siglato un accordo tra la “scuola” del campione pesarese e il Misano World Circuit, recentemente arricchito da un’Arena Flat Track, per una gestione comune dello spazio sterrato.

E in prima fila tra i promotori del progetto dell’Arena – una pista in terra lunga circa 1.000 metri ricavata all’interno dello storico circuito, dietro alla Curva della Quercia, dove sorge una tribuna ad anfiteatro di 4.500 posti e finora adibita solo alle auto – c’è il papà del Dottore, Graziano Rossi.

 

Il progetto dell’Arena

 

Il “rito” delle corse sullo sterrato è già abitualmente seguito da Valentino Rossi e dai suoi “giovani” sulla pista del Ranch di Tavullia, e ora si prospetta l’opportunità di un regolare campionato di categoria… “Oggi è di moda la convinzione e l’illusione che il modo migliore per allenarsi alle gare del motomondiale sia il Flat Track”, spiega Graziano Rossi, padre del Campione di Tavullia e a sua volta pilota di motomondiale, ai colleghi del Resto del Carlino. Quanto all’Arena di Misano, “ci abbiamo già organizzato tre giornate di avvenimenti”, rivela papà Rossi, già pronto a scendere in pista con la sua auto da rally.

Di tutto questo si parlerà al prossimo Moto Bike Expo di Veronafiere (23-25 gennaio 2015), dove interverranno tra gli altri Alessio “Uccio” Salucci, in veste di responsabile del Progetto Vr46 Riders Academy, e lo stesso Graziano Rossi, quale partner World Misano Circuit nel progetto Arena Flat Track.

Chissà che non sia l’inizio di una nuova avventura…