MotoGP, Shuhei Nakamoto: “Tanto di cappello a Valentino Rossi”

Valentino Rossi (Getty Images)
Valentino Rossi (Getty Images)

Il Motomondiale 2014 ha regalato al “boss” della Honda Shuhei Nakamoto la soddisfazione (senza precedenti) di un Marc Marquez che, successo dopo successo, ha conquistato il secondo titolo consecutivo nella classe regina. Ma ad attirare la sua attenzione non è stata solo la straordinaria performance del Fenomeno di Cervera.

Nakamoto è infatti rimasto ammirato dinanzi al “grande ritorno” sul podio del nove volte campione del mondo Valentino Rossi, che è tornato a far sognare i suoi fan (e non solo) in sella alla YZR-M1 factory.

Dopo una parentesi non certo memorabile con la Ducati, infatti, il Campione di Tavullia è tornato in casa Yamaha e nel 2014 è riuscito a ottenere il secondo posto nella classifica generale del Motomondiale classe MotoGP, proprio dietro al fuoriclasse della Honda e davanti a Jorge Lorenzo e Dani Pedrosa.

 

Il coraggio di cambiare

 

Dopo una stagione così brillante, Rossi si è convinto che il sogno del 10° titolo iridato non sia poi così impossibile. E il capo dell’HRC non può che apprezzare la determinazione con cui il Pesarese ha deciso di rimettersi in gioco.

“Normalmente, chi ha successo nella vita non vuole o non può cambiare – ha confidato a MCN – . Lui, invece, ancora si sforza di cambiare stile e posizione di guida, e questo è davvero eccezionale. Quando Marc corre ad altissimi livelli, e ha dimostrato di esserne capace, stargli dietro è una bella impresa… Tanto di cappello a Valentino Rossi“.