Volkswagen Golf ecologica: prima la GT elettrica, poi la SportWagen HyMotion a idrogeno

Volkswagen Golf SportWagen HyMotion
VW Golf SportWagen HyMotion

Volkswagen Golf GTE è uno dei fiori all’occhiello del marchio tedesco: la Gran Turismo Elettrica è un’ibrida plug-in che conserva le alte prestazioni di un’auto sportiva pur vantando un risvolto ecologico degno di nota.

Il sistema ibrido plug-in è costituito dal TSI turbo benzina ad iniezione diretta da 1.4 litri e 150 CV e dall’unità elettrica da 102 CV per un totale di 204 CV di potenza. Nel video in basso possiamo vedere sul tachimetro il raggiungimento della top speed, sebbene sia capace di spingersi fino a 220 km/h, con uno scatto da 0 a 100 km/h in 7.6 secondi. Il cambio è esclusivamente il DSG doppia frizione automatico sequenziale in versione a sei velocità (non è prevista la versione manuale).

 

La berlina tedesca passa all’idrogeno

La mitica berlina ecologica è stata presentata al Salone di Ginevra 2014, ma il Gruppo Volkswagen ha recentemente fatto un ulteriore passo avanti, con l’arrivo della Golf SportWagen HyMotion con tecnologia a celle di combustibile a idrogeno e motore elettrico. Il propulsore elettrico viene alimentato dalla combinazione di idrogeno e ossigeno. Il gas naturale viene stipato in quattro serbatoi in fibra di carbonio piazzati nel sottoscocca che garantiscono un’autonomia di 500 km.

Secondo le stime ufficiali la Volkswagen Golf SportWagen HyMotion a idrogeno scatta da 0 a 100 km/h in 10 secondi e per il rifornimento sono necessari appena 3 minuti. Ma prima di essere commercializzata sarà necessario creare una rete di infrastrutture per l’utilizzo e attendere che il prezzo finale della vettura diventi popolare.