Ferrari F1, Esteban Gutierrez: “Devo calarmi in fretta nella nuova realtà”

Esteban Gutierrez
Esteban Gutierrez (getty images)

Dopo due deludenti stagioni al volante della Sauber F1 il pilota messicano Esteban Gutierrez si gioca una carta importante nella sua carriera. Da quest’anno il driver 23enne è sbarcato nel team Ferrari, insieme allo sponsor America Movil, in qualità di terzo pilota, pronto a sopperire ad eventuali contrattempi che potrebbero impedire a Sebastian Vettel o Kimi Raikkonen di scendere in pista.

Nelle due ultime stagioni di Formula 1 Esteban Gutierrez ha collezionato soltanto sei punti iridati e un giro veloce in gara. Un curriculum alquanto modesto che non ha impedito alla Casa di Maranello di scommettere sul giovanissimo pilota che già conosce il motore Ferrari, in quanto presente sulla monoposto Sauber.

Per lui comincia una nuova avventura in “panchina” ma dovrà essere bravo a cogliere l’occasione d’oro. Al momento ha debuttato con la Rossa con le prime prese di contatto e le prove di posto guida: “Adesso l’importante per me sarà adattarmi, calarmi in fretta nella nuova realtà, conoscere le persone con le quali lavorerò – ha dichiarato Esteban Gutierrez sul sito Ferrari.com -. Spero di portare il contributo della mia esperienza con il motore Ferrari nello sviluppo della nuova power unit”.

 

Nella nota della Scuderia Ferrari viene ricordato come il giovane pilota non sia il primo messicano a salire al volante di una Rossa: “Ma non è il primo messicano a guidare una Ferrari in F1. Pedro Rodriguez corse infatti nel ’64, ’65 e ’69 con i colori della NART e della Scuderia sulle monoposto di Maranello. Suo fratello Ricardo lo aveva preceduto nel ’61 e ’62, prima di scomparire tragicamente in un incidente con la Lotus sul circuito di casa”.