MotoGP Ducati: debutto rinviato per la GP15

 

Gigi Dall'Igna (Getty Images)
Gigi Dall’Igna (Getty Images)

La Ducati affronterà il primo dei due appuntamenti invernali a Sepang con la GP14.3: la tanto attesa GP15, infatti, è ancora in fase di sviluppo e comincerà la stagione più tardi. A confermarlo è direttamente il general manager di Ducati Corse, Gigi Dall’Igna, in un’intervista ai colleghi di motogp.com.

Sarà dunque l’evoluzione della moto che ha concluso la scorsa stagione a scendere in pista nel primo dei test pre-season dell’anno, in calendario il prossimo 4 febbraio, circostanza che servirà tra l’altro a fornire ulteriori dati per la messa a punto della futura Desmosedici.

Le ragioni di Gigi Dall’Igna

La nuova moto, che è anche la prima Ducati a essere interamente progettata da Dall’Igna (ex capotecnico dell’Aprilia) farà il suo debutto ufficiale in occasione della seconda tornata di test a Sepang, al via il 23 febbraio. Il general manager ha comunque tenuto a precisare che il “rinvio” non pregiudicherà in alcun modo la performance in pista del team bolognese.

Già nelle scorse settimane Dall’Igna aveva anticipato che i suoi tecnici avevano bisogno di tempo per affinché la prima versione della GP15 fosse davvero competitiva. “Preferisco cominciare la stagione più tardi, ma con la macchina giusta”, aveva dichiarato.

Negli ultimi mesi la casa di Borgo Panigale ha molto lavorato sulle caratteristiche della GP15, allo scopo di rendere la nuova moto il più possible in linea con la “filosofia Ducati” e al tempo stesso all’altezza delle sfide poste dalla competizione nel Motomondiale, che nel 2015 vedrà il team bolognese in pista con il duo composto da Andrea Dovizioso e Andrea Iannone.