F1, Sergio Marchionne: “In Ferrari vogliamo vincere, ma il 2015 sarà difficile”

Sergio Marchionne (Getty Images)
Sergio Marchionne (Getty Images)

Sergio Marchionne, presidente della Ferrari, è tornato a parlare della prossima stagione di Formula1 per il team di Maranello: “Sarà un anno difficile, siamo partiti indietro. L’importante adesso è impegnarsi, tenere la testa bassa e lavorare. Non si può andare a far la guerra con la fionda. La cosa che posso garantire è che abbiamo mille persone in scuderia che vogliono vincere. In Ferrari tutti vogliono vincere”.

Per la rossa il 2015 sarà l’anno dal quale dover ripartire e rinascere dopo un 2014 molto deludente che ha portato ad una vera e propria rivoluzione all’interno della squadra dopo la fine dell’ultimo Mondiale. Tanti addii, alcune promozioni e diversi nuovi ingaggi nello staff tecnico. Non dimentichiamo poi l’arrivo di Sebastian Vettel al posto di Fernando Alonso, finito alla McLaren Honda.

Dal Salone dell’Auto di Detroit ha fatto sapere anche che sarà presente ad alcuni gran premi e si è anche espresso in merito alla politica produttiva del Cavallino Rampante: “L’obiettivo è tenere la produzione sempre sotto la domanda, perché la cosa più brutta che può succedere alla Ferrari è ingolfare la produzione. È un marchio diverso dagli altri, è una cosa che abbiamo imposto strategicamente nel 2007 ed è una politica che non verrà mai cambiata”.

Infine Sergio Marchionne ha concluso così il suo intervento: “Ne venderemo, per dirla come Enzo Ferrari, sempre una di meno di quanto vuole il mercato. Abbiamo la capacità tecnica per produrne 10 mila, ma credo che questa sia una cosa che è stata un po’ esagerata dalla stampa”.