Formula1, Adrian Newey: “Per Ferrari e Renault difficile raggiungere la Mercedes”

Adrian Newey
Adrian Newey (getty images)

Dopo un Mondiale 2014 di Formula1 dominato in lungo e in largo dalla Scuderia Mercedes, potremmo assistere ad un’altra stagione ‘monotona’ in cui il team tedesco continuerà a dettare legge con la coppia di piloti Lewis Hamilton e Nico Rosberg. Parola di Adrian Newey che lascia ben poche speranze alle dirette avversarie, in particolare alle monoposto targate Ferrari e Renault…

 

F1 2015, un’altra stagione dominata dalla Mercedes?

Lo stratega inglese della Formula1 da quest’anno avrà un ruolo secondario per la scuderia anglo-austriaca, dal momento che ha deciso di dedicare il proprio genio verso altri progetti, come la Coppa America. Nella scorsa stagione del Circus Mercedes si è aggiudicata 16 gare su 19, le restanti tre sono state vinte proprio dalla Red Bull di Daniel Ricciardo. Ma con un regolamento quasi invariato sarà difficile, se non impossibile, ribaltare gli equilibri in pista.

In un’intervista a Sky Sports UK Adrian Newey ha dichiarato senza mezzi termini: “Sarà molto complicato per Renault e Ferrari raggiungere quel livello. E certamente non conosciamo a che punto è la Honda al suo debutto”. Qual è il segreto per una monoposto di successo? “Con un motore meno potente e un telaio superiore non si può vincere, e viceversa. Bisogna possedere un ragionevole equilibrio fra propulsore e telaio”.

Ma quanto ha influito l’addio alla Red Bull di Sebastian Vettel sulla scelta di Adrian Newey di allentare la presa sul mondo della Formula1? “Lui vuole camminare con le sue gambe e scoprire cose nuove – ha spiegato l’ingegnere britannico -. Si tratta della naturale curiosità che fa parte della vita e in virtù della quale si cerca di capire come ci si potrebbe trovare in un ambiente diverso. Posso capire perché ha preso questa decisione. È un ragazzo davvero brillante e, purtroppo per noi, sono sicuro che porterà alla Ferrari quelle qualità che senza dubbio non gli mancano e noi conosciamo”.