Dakar 2015, quarta tappa: Barreda e Al-Attiyah trionfano

Joan Barreda (Getty Images)
Joan Barreda (Getty Images)

La quarta tappa della Dakar 2015 è ormai terminata. I piloti di auto e moto hanno percorso rispettivamente 768 e 909 chilometri da Chilecito a Copiapo, una prima parte sulla terra e la seconda sulle dune di sabbia.

Per quanto concerne la categoria delle automobili c’è stata una nuova affermazione di Nasser Al-Attiyah con la Mini. Il suo compagno di squadra e rivale Orlando Terranova al Km 72 subisce un forzato stop a causa di un guasto e la sua situazione si compromette. Problemi anche per Carlos Sainz e Cyril Despres. Al 2° posto si piazza un ritrovato Nani Roma, sempre su Mini, a 2’40”. Giniel de Villiers con la Toyota giunge 3° a 2’57” davanti alla vettura gemella di Yazeed Alrajhi. Giornata di grazia finalmente per Stephane Peterhansel sulla Peugeot, 5° a 5’48”.

Ora la classifica generale vede sempre Al-Attiyah in testa con una leadership che via via sempre più consolidandosi dopo poche tappe di questa Dakar 2015. Al suo inseguimento De Villiers a 8’15” e Alrajhi a 23’33”. Peterhansel e Roma sono 11° e 14° a oltre un’ora di distacco.

Nelle moto trionfa Joan Barreda con la Honda, davanti a un Marc Coma (Ktm) in grande forma e distanziato di 1’59”. Sorprendente la terza posizione del cileno Pablo Quintanilla su Ktm a 2’49”. La top 5 si completa con le altre due Ktm di Jordi Viladoms e di Ruber Faria. Da sottolineare il buon 11° posto dell’italiano Alessandro Botturi in sella alla Yamaha e giunto a 14’52” dalla vetta, precedendo di 4″ Paulo Goncalves, grande sconfitto di giornata in questa Dakar 2015.

Barreda domina la classifica generale con 12’49” di vantaggio su Coma e 20’29” su Goncalves. L’argentino Faria è ai piedi del podio a 23’05” di distanza. Quinto Viladoms a 24’51”. Il nostro Botturi è 15° a 50’20”.