Guido Meda e valentino Rossi
Guido Meda e Valentino Rossi (getty images)

Il tanto amato telecronista Guido Meda lascia Mediaset per trasferirsi a Sky con il ruolo di vicedirettore. La notizia manca dell’ufficialità, ma è una certezza, dal momento che a dichiararlo è stato Franco Abruzzo, presidente dell’ordine dei giornalisti della Lombardia sulle pagine del suo sito, ed è stata confermata anche da Nico Cereghini su Moto.it.

Una notizia che scuote il mondo dei motori e che fa tornare alla mente le gloriose telecronache del celebre giornalista ai tempi d’oro di Valentino Rossi.

 

Il giornalista milanese nuovo vicedirettore di Sky

Dopo aver commentato il Mondiale Superbike per le reti del ‘Biscione’ al fianco al campione Max Biaggi Guido Meda ritorna a raccontare la MotoGP con un ruolo di primo piano per la piattaforma televisiva controllata da Rupert Murdoch: “Guido Meda troverà a Sky un altro grande delle due ruote ovvero Loris Capirossi da marzo scorso opinionista per Sky Sport. Mediaset ha rilanciato offrendo a Meda la stessa qualifica, ma ormai era troppo tardi”, si legge sul sito di Franco Abruzzo.

Al momento il 49enne giornalista milanese non conferma le voci che da mesi circolano sul web, ma nelle ultime ore sulla sua pagina ufficiale Facebook spuntano i primi commenti al riguardo. Ma dal momento che viene indicata la data del 7 gennaio per il passaggio al ruolo di vicedirettore Sky nelle prossime ore potrebbe anche arrivare l’ufficialità della notizia.

Guido Meda ha seguito il Mondiale MotoGP dal 2002, prima che Mediaset perdesse i diritti del campionato motociclistico più importante. Dopo una parentesi con la Superbike ora può tornare al ruolo che più gli compete e andrà a sostituire Zoran Filicic. Inoltre sarà responsabile dell’intera redazione motori, quindi anche della Formula 1. Non resta che attendere il primo commento ufficiale di Guido Meda