MotoGP, Gigi Dall’Igna: “Mi dispiace per Cal Crutchlow…”

Se il “boss” della Ducati Gigi Dall’Igna ha un rimpianto per l’anno appena trascorso, è quello di non aver saputo mettere a frutto il talento di Cal Crutchlow a bordo della sua Desmosedici.

Dall’Igna è convinto che il pilota britannico non avrebbe avuto tante difficoltà se fosse stato aiutato ad adattarsi alla moto di Borgo Panigale. Il tecnico italiano si è invece concentrato soprattutto al perfezionamento della GP14 e allo sviluppo della nuova GP15, che debutterà la prossima stagione…

Così, prima della “rimonta” di fine stagione  – con il primo e insperato podio di Aragon – , Crutchlow è finito solo cinque volte nella top ten delle gare del Motomondiale. Il resto della storia è ben noto…

Gigi Dall'Igna (Getty Images)
Gigi Dall’Igna (Getty Images)

Il bilancio di una stagione poco fortunata

“Per me è davvero difficile parlare di Cal – ha confidato Dall’Igna ai colleghi di MCN – “. Il problema, spiega il tecnico di Borgo Panigale, è che “dovendo concentrarmi sullo sviluppo della moto, non ho potuto aiutarlo a conoscerla. La priorità era la moto e sono dispiaciuto di non averlo messo in sintonia con il veicolo”. “Ma – conclude – francamente non posso fare tutto, anche se mi rendo conto che spesso i tecnici devono aiutare il pilota a trovare la nota giusta…”.