Jorge Lorenzo: “Valentino Rossi sempre sorridente? C’è molta ipocrisia…”

Valentino Rossi e Jorge Lorenzo
Valentino Rossi e Jorge Lorenzo (getty images)

Dopo aver chiuso il Mondiale 2014 di MotoGP al terzo posto Jorge Lorenzo non può che fare tesoro degli errori commessi nello scorso campionato per migliorarsi in vista della prossima stagione, quando non solo dovrà fare i conti con le Honda ufficiali di Marc Marquez e Dani Pedrosa, ma anche con il suo compagno di squadra Valentino Rossi.

 

 Il pilota spagnolo cerca la rivincita nel 2015

L’inizio del 2014 è stato fortemente condizionato da una preparazione atletica errata e da alcuni infortuni rimediati nel 2013, costringendolo a tre interventi chirurgici. Nella prima gara in Qatar, come confessato in un’intervista al periodico spagnolo ‘Solo Moto’, era in sovrappeso ed ha cercato di cambiare due volte allenatore per ovviare ai problemi. A ciò si aggiunga il problema di feeling con le gomme Bridgestone…

“Dopo le prove mi ero reso conto di essere il peggiore dei quattro piloti Yamaha. Più lento di Pol Espargarò, Bradley Smith e Valentino Rossi – ha confessato Jorge Lorenzo -. Dopo tre giri ero stanco, finito e per di più non riuscivo ad adattarmi ai nuovi pneumatici Bridgestone, più duri, che mi impedivano di mantenere alta la velocità in curva con un grande angolo di piega. Il mio stile. Come se non bastasse il motore era più nervoso a causa della nuova carburazione necessaria per risparmiare il litro di benzina voluto dal nuovo regolamento…”.

Il pilota maiorchino della Yamaha ha fatto un confronto con quanto accaduto in Formula 1 alle Red Bull: “Alla Yamaha è successo ciò che è accaduto alla Red Bull in F.1. Improvvisamente sono cambiate le regole e si è trovata indietro. La riduzione del consumo di carburante e delle gomme ci hanno penalizzato, mentre contemporaneamente la Honda ha fatto passi in avanti – ha ammesso Jorge Lorenzo -. Né io né Valentino abbiamo vinto a sufficienza per pensare di poter vincere il mondiale”.

Infine il campione spagnolo della Movistar Yamaha non risparmia una stoccata nei confronti del compagno di squadra: “Valentino è sempre sorridente? Io dico che c’è molta ipocrisia sul podio della MotoGP. Ovviamente Rossi non è contento quando non vince ma dà sempre l’impressione di esserlo, ma ditemi, esiste qualcuno felice ventiquattro ore al giorno come sembra esserlo Vale? Io non credo – ha dichiarato Jorge Lorenzo -. Certo, salire sul podio è sempre un bel risultato, il 99% dei piloti sogna di salire sul podio senza riuscirci. Mi ha dato fastidio perdere il secondo posto nel mondiale a favore di Rossi, non vedo perché dovrei negare”.