Assicurazione auto, dal 2015 addio tagliando sul parabrezza

Tagliando Assicurazione (foto by twitter)
Tagliando Assicurazione auto (foto by twitter)

L’obbiettivo è quello di eliminare, o quanto meno limitare la contraffazione dei tagliandi dell’assicurazione auto, che negli ultimi anni con la crisi sempre più crescente è un fenomeno in costante aumento, il tagliando non sarà più esposto, e le verifiche verranno fatte on line. tutto questo entrerà in vigore dal 1 Aprile.

Assicurazione auto, dal 2015 addio tagliando sul parabrezza.

La dismissione dell’utilizzo del tagliando esposto sul parabrezza per le assicurazioni auto è previsto in un decreto Ministeriale dell’agosto 2013, in principio l’idea, era quella di sostituire il ticket con un microchip che avrebbe dato oltre alle informazioni sull’assicurazione anche verifiche sulla velocità dei veicoli ed informazioni sul traffico, questa idea venne accantonata per gli onerosi costi di attuazione ma rimane attiva dalla data di aprile 2015 l’addio al tagliando cartaceo, per cui da quel momento le forze di Polizia verificheranno la validità della polizza assicurativa verificando i dati on line incrociando la targa del veicolo che stanno controllando con l’archivio della Motorizzazione Civile che raccoglie i dati sulle polizze, questo metodo si chiama “Targa Sistem”, già attivo in alcune Città, tramite il quale dalla targa si può verificare se l’auto è rubata, non revisionata o senza assicurazione.

Con questa rivoluzione nel sistema di controllo dell’assicurazione auto si riuscirà a verificare non solo le auto che vengono fermate ai posti di controllo, ma  L’evasore, potrà così essere verificato attraverso i sistemi di rilevazione automatica delle targhe già in uso per il controllo della velocità e dell’accesso alle Zone a traffico limitato: telecamere, autovelox, Tutor.

Al momento questo sembra essere l’unico metodo per limitare la contraffazione dei tagliandi dell’assicurazione auto che in Italia supera il 7 % dell’intero parco auto viaggiante sulle proprie strade, con tutti i pericoli ed i disagi che questo tipo di comportamenti causano agli automobilisti.