Andrea Iannone successore di Valentino Rossi? “Sono determinato, ce la farò”

Andrea Iannone
Andrea Iannone (getty images)

Andrea Iannone ha concluso il Mondiale MotoGP 2014 al decimo posto con un totale di 102 punti, in sella alla Ducati Pramac, collezionando come miglior risultato tre quinti posti. Ma sia nelle prove libere che nelle qualifiche il pilota abruzzese ha dimostrato di saper essere davvero veloce, a patto di avere una moto all’altezza delle big Yamaha e Honda.

C’è grande attesa per vedere in pista la nuova Desmosedici GP15 progettata da Gigi Dall’Igna e, anche se il titolo iridato per il momento resta un’utopia, Andrea Iannone può regalare davvero forti emozioni ai suoi tifosi.

 

Il pilota abruzzese fiducioso sulla nuova Desmosedici GP15

Negli ultimi test di fine 2014 (a Valencia prima, a Jerez poi) il pilota di Vasto ha esordito in sella alla Ducati ufficiale segnando tempi quasi ottimi, sebbene i tempi d’inverno siano altamente simbolici e potrebbe non bastare per tenere testa a Marc Marquez, Jorge Lorenzo e Valentino Rossi. In un’intervista rilasciata a ‘La Gazzetta dello Sport’ Andrea Iannone si è detto entusiasta di poter salire su una moto ufficiale ed è ben consapevole di giocarsi un’occasione forse irripetibile nella sua carriera.

“Corro da dieci anni e sarà la prima volta che ho una Casa alle spalle – ha confessato il pilota abruzzese -. Era quello che desideravo da sempre e ci sono riuscito nella categoria più importante, quindi l’orgoglio è maggiore. È un traguardo importante, ma intermedio. Il bello arriva adesso…”.

Andrea Iannone già nella scorsa stagione ha avuto un grande appoggio dalla casa di Borgo Panigale e in tanti hanno scommesso sul suo giovane talento. Non resta che attendere la nuova Desmosedici nella speranza di riuscire a limare decimi preziosi dalla Yamaha M1 e dalla Honda RC213V. E a tal proposito aleggia un certo ottimismo… “Non siamo lontani e se continuiamo a lavorare così ce la possiamo fare. La Ducati è molto in gamba e sono convinto che la moto nuova nascerà bene”.

 

Terzo ‘incomodo’ tra Marc Marquez e Valentino Rossi…

Nel Motomondiale 2015 il pilota abruzzese cercherà di inseguire la sua prima vittoria in MotoGP, anche se con Marc Marquez come avversario (e non solo) l’impresa sarà piuttosto ardua. Fatto sta che in Moto2 Iannone ha già battuto diverse volte il campione di Cervera: “So che cosa significa lottare con lui e anche come si batte. Marc negli ultimi due anni in MotoGP è cresciuto in maniera esponenziale ma anch’io sono migliorato tanto – ha sottolineato Andrea -. L’ho battuto, ma ormai è solo un ricordo. Conta il futuro: per vincere il primo da battere è Marc, ma non c’è soltanto lui”.

Infatti oltre al campione in carica e agli spagnoli Jorge Lorenzo e Dani Pedrosa dovrà vedersela con i connazionali Andrea Dovizioso e Valentino Rossi… “Vale e Dovi sono due grandissimi campioni, il loro talento non è in dubbio e io ho solo da imparare. Ma voglio diventare velocissimo e vincente, quindi sovvertire gli equilibri consolidati”.

Ma Andrea Iannone è pronto a prendere il posto del campione di Tavullia, giunto ormai a 35 anni di età? “I piloti si dicono sempre pronti ma mentono, nessuno è mai pronto al cento per cento. In MotoGP devo ancora assaggiare il podio – ha precisato il ducatista -, quindi la strada è ancora lunga. Ma sono determinato al massimo. Ce la farò”.