Pneumatici usati, a Scampia ci costruiscono un campo di calcio

Foto dal web
Foto dal web

La Giunta Comunale di Napoli ha approvato una delibera per la realizzazione di un campo di calcio in materiali provenienti dai PFU (pneumatici fuori uso) nel quartiere di Scampia, precisamente in via Hugo Pratt. I lavori cominceranno a breve e saranno eseguiti a titolo gratuito dal consorzio Ecopneus S.c.p.a. Il campo sarà omologato per il gioco secondo il regolamento LND (Lega Nazionale Dilettanti) della Figc.

Nel comunicato emesso dal Comune di Napoli si legge quanto segue: “Si prosegue così negli impegni avviati con un protocollo d’intesa tra Comune e la Ecopneus, ed altre amministrazioni (tra cui ministero dell’Ambiente e Prefettura di Napoli) il 20 giugno 2013, per stabilire forme di collaborazione relative al riutilizzo dei pneumatici fuori uso abbandonati nelle Province di Napoli e Caserta. La collaborazione riafferma l’impegno nel promuovere la ricerca e la cultura del riciclo dei PFU”.

Sicuramente questa è un’iniziativa molto positiva. Riuscire a riciclare gli pneumatici usati creando un qualcosa di socialmente utile è senz’altro ammirevole. Ricordiamo che proprio le gomme sono tra i componenti più inquinanti delle automobile e che a volte il loro smaltimento crea delle problematiche, soprattutto in territori come alcuni della Campania (sicuramente tutti conoscono la Terra dei Fuochi) dove in questi anni ci sono stati roghi tossici che hanno prodotto gas nocivi per la salute dei cittadini.

Segnali di miglioramento sembrano vedersi comunque, anche se ancora non basta visto che spesso dietro a certi business e dietro a certi atti criminosi c’è la malavita organizzata in combutta con la politica corrotta. Ma un caso simile a Scampia si è verificato ad Afragola nella scuola Settembrini-Ciaramella dove pochi giorni fa è stato inaugurato un campetto polivalente realizzato sempre da Ecopneus utilizzando 7.000 kg di polverino di pneumatici riciclati. Speriamo che altre iniziative simili a queste si diffondano sempre di più, sarebbe un buon passo in avanti.