Le auto di Polizia e Carabinieri saranno del marchio Volkswagen

Auto della polizia (getty images)
Auto della polizia (getty images)

Le future volanti e gazzelle di Polizia e Carabinieri porteranno il marchio Volkswagen. Il brand tedesco si è aggiudicato la gara d’appalto con cui doterà 206 vetture delle nostre forze dell’ordine (100 alla Polizia di Stato e 106 all’Arma dei carabinieri) e in seguito avrà una prelazione su ulteriori 4.000 veicoli (1.800 per la Polizia e 2.100 per i Carabinieri), per un importo complessivo di 184 milioni di euro.

A breve, quindi, scompariranno le ormai celebri auto Alfa Romeo per lasciare il posto alle vetture della casa di Wolfsburg, ma già si scatena la polemica.

 

 

I fatti risalgono allo scorso 8 aprile, quando Volkswagen e Fiat propongono il proprio prezzo ad ogni auto: 43.980 euro da parte della casa del Lingotto, 43.897 euro da parte del gruppo tedesco. La cifra comprende le spese di equipaggiamento ed allestimento, oltre alla manutenzione per 6 anni o 150.000 chilometri. Fiat accusa delle irregolarità nella gara d’appalto e presenta ricorso al TAR del Lazio, ma il 26 settembre i giudici danno ragione ai legali del marchio Volkswagen che si mette in una posizione di netto vantaggio.

I giochi sono ormai fatti e nelle prossime settimane vedremo tante Seat Leon vestire la livrea delle Gazzelle dei carabinieri e delle Pantere della Polizia. Dopo decenni di storia l’epoca delle Alfa Romeo, delle Fiat e delle Lancia in dotazione alle forze dell’ordine è finita. Una vera svolta epocale!