Multe sulle strisce blu, per il Giudice di Pace sono “fuorilegge”

Due sentenze, una del Giudice di Pace di Como, ed una del Giudice di Pace di Lecce stanno per scatenare un vero e proprio terremoto sul fronte delle multe sulle strisce blu per non avere rinnovato il grattino scaduto.

Multe sulle strisce blu, sentenziate come “fuorilegge”.

Parchimetro (getty images)
Parchimetro (getty images)

In definitiva i due Giudici di Pace in merito alle multe sulle strisce blu hanno sentenziato che l’automobilista ha ragione a non rinnovare il ticket del parcheggio sulle strisce blu dopo che è scaduto l’orario di sosta: questo perché non esiste una norma del codice della strada che sanzioni chi dimentichi di “rifare” il grattino, queste sentenze rischiano di provocare un vero e proprio terremoto non solo nelle Città in cui è accaduto, ma in tutta Italia basandosi su queste qualunque altro cittadino al quale è stata applicata una multa sulle strisce blu potrà rivolgersi al Giudice di Pace o alla prefettura per fare il ricorso e vincerlo.

Il mancato rinnovo del tagliando del parcheggio sulle strisce blu và equiparato ad un illecito di natura Civile, e non amministrativa, come un non adempimento contrattuale, quindi si può soltanto richiedere il recupero del credito per le ore di parcheggio non pagate e non la sanzione.