MotoGP 2015, Carlo Pernat: “Valentino Rossi si può giocare il titolo”

Valentino Rossi
Valentino Rossi (getty images)

Siamo a pochi giorni dalla fine de 2014, un anno che ha regalato molte gioie ai tifosi italiani della MotoGP grazie alle imprese di Valentino Rossi tornato alla ribalta con il secondo posto in classifica iridata. E nel Mondiale MotoGP 2015 potremo vederne delle belle, parola di Carlo Pernat!

 

Le pagelle del manager ligure

Il manager ligure ha stilato le pagelle di fine anno sul sito Gpone.com promuovendo a pieni voti sia il campione del mondo Marc Marquez, sia il vice-campione Valentino Rossi e rimanda alla prossima stagione Jorge Lorenzo e Dani Pedrosa: “Nella pagella dell’anno della MotoGP bisogna dare 10 a Marquez ma si deve dare 10 anche a Valentino. Rossi ha dimostrato, anche per orgoglio personale, di essere un pilota che il prossimo anno si potrà giocare il titolo. Sarà molto difficile, perché Marquez è un fenomeno – ha sottolineato Pernat -, ma lui ha ancora tanta voglia”.

 

Jorge Lorenzo e Dani Pedrosa sono da insufficienza, mentre la Ducati lascia ben sperare in vista del Motomondiale 2015. Nello scorso campionato Gigi Dall’Igna ha dimostrato di essere un ottimo ingegnere e c’è grande attesa per vedere all’opera la nuova Desmosedici GP15 che, molto probabilmente, sarà in pista per la seconda sessione di test pre-stagionali a Sepang. Nelle ultime uscite Andrea Dovizioso e Andrea Iannone hanno dimostrato di poter girare su tempi degni di nota, ma prima di poter stilare un pronostico più preciso si dovrà vedere all’opera la nuova Rossa nel mese di febbraio.

 

“Pur sfruttando i regolamenti, Dall’Igna ha dimostrato di essere uno che le moto le sa fare e non ha mai portato in pista evoluzioni senza sapere che avrebbero funzionato – ha dichiarato il manager ligure -. Aspettiamo di vedere la nuova moto nei test in Malesia, ma sicuramente avrà una bella squadra con due piloti come Dovizioso e Iannone che sono fortissimi, l’uno in un verso il secondo nell’altro. Si faranno molta concorrenza – ha aggiunto – e credo che Iannone abbia tutte le carte in regola per giocarsi qualcosa di importante, se non nel 2015 almeno nel 2016 considerato che l’obiettivo è quello”.